Si è tenuto nei giorni scorsi il tavolo di lavoro “Logistica Solidale: insieme per il territorio” organizzato da CAL presso la Sala Borsa della Camera di Commercio, con lo scopo di evidenziare i risultati e le prospettive future del progetto di Logistica Solidale iniziato nel 2021. In tre anni, circa 2.000 tonnellate di frutta e verdura sono state distribuite gratuitamente a 10.000 persone in stato di difficoltà.

Questo progetto di Logistica Solidale vede protagonista il Centro AgroAlimentare di Parma, sotto il coordinamento della Regione Emilia-Romagna e in collaborazione con Emporio Solidale Parma, capofila di una rete che vede coinvolte 30 associazioni no profit del territorio di Parma, provincia e aree limitrofe (Piacenza e Reggio Emilia).

La misura europea sostiene la distribuzione settimanale gratuita di grandi quantità di frutta e verdura di prima qualità a individui bisognosi, accreditati dalle associazioni di volontariato e supervisionati dalle autorità regionali. Al fine di evitare speculazioni di mercato, l’UE riconosce un contributo ai produttori disposti a ritirare dal mercato i prodotti destinandoli alla distribuzione gratuita, contributo in grado di compensare parte dei costi di produzione e trasporto.

Il Centro AgroAlimentare di Parma ha istituito un modello organizzativo dedicato, fornendo una piattaforma per lo scarico, lo stivaggio, la composizione e il ricarico della merce destinata ai beneficiari. Questo ha completato la catena di distribuzione, consentendo alle associazioni coinvolte di ricevere la merce. Attualmente, la distribuzione avviene in diversi comuni del territorio (Parma, Sorbolo, Torrile, Fontevivo, Noceto, San Secondo, Traversetolo, Lesignano, Langhirano, Fornovo di Taro, Medesano, Salsomaggiore, Fidenza, Busseto e Borgo Val di Taro), con le associazioni locali che consegnano direttamente alle famiglie bisognose. La Regione Emilia-Romagna ha riconosciuto il valore sociale e ambientale dell’iniziativa, formalizzando le azioni di recupero alimentare, solidarietà sociale e lotta allo spreco alimentare attraverso la Legge Regionale n.18 del 28.12.2023.

“Questo progetto, oltre a essere un modello per il nostro territorio e per la nostra regione, ben rappresenta i valori di Parma e dei suoi cittadini: solidarietà, sostenibilità e inclusività. La Logistica Solidale ha costruito una rete di associazioni portentosa che riesce a svolgere un enorme numero di interventi, ma siamo certi e consapevoli che questa rete, così come la distribuzione, possano crescere ancora” commenta il Sindaco Michele Guerra “Abbattere gli sprechi per consegnare cibo fresco e sano a migliaia di persone che faticano a trovare sostentamento è un segno di civiltà di cui andare orgogliosi. Un ringraziamento particolare al Cal e a tutti coloro che ogni giorno svolgono questo fondamentale servizio”.

“Un progetto straordinario che vede Parma capofila, grazie allo spirito di solidarietà del Cal e alla partecipazione delle associazioni di volontariato. Serviamo 10.000 persone ogni settimana con cibo che diversamente verrebbe sprecato e che invece permette a tante persone di avere una dieta più sana. Lavoriamo all’unisono per far crescere questo progetto” commenta Lorenzo Lavagetto, Vice Sindaco di Parma.

“Quello della Logistica Solidale è un progetto dirompente per l’impatto sul territorio in ambito sociale ambientale e di salubrità dell’alimentazione. Il tavolo di approfondimento odierno con le più importanti istituzioni del territorio è importante ed è un primo passo per farlo conoscere e migliorarlo” commenta Marco Core, Presidente di CAL.

Hanno partecipato all’incontro “Logistica Solidale: insieme per il territorio”: Michele Guerra, Sindaco di Parma; Andrea Massari, Presidente della Provincia e Sindaco di Fidenza; Lorenzo Lavagetto, Vicesindaco di Parma; Franco Amigoni, Assessore allo sviluppo economico, ambiente, processi partecipativi e innovazione del Comune di Fidenza; Alessandra Foschi, Vicesindaco e assessore ai servizi sociali del Comune di Borgotaro; Stefania Nebbi, assessore alle politiche sociali del Comune di Medesano, e Michela Zanetti, Sindaco di Fornovo. Erano presenti anche Giacomo Vezzani per Emporio Solidale Parma, capofila del progetto, Maria Cecilia Scaffardi, Direttore di Caritas Parma in rappresentanza degli enti caritativi beneficiari della Logistica Solidale oltre a consiglieri e sindaci del CDA di CAL. A coordinare i lavori il Presidente di CAL Marco Core e il Direttore Giulietta Magagnoli che, dopo il saluto introduttivo del Vicesindaco Lavagetto e l’inquadramento del ruolo tecnico e istituzionale della Regione Emilia-Romagna rappresentata da Paola Bissi (della Direzione Generale Conoscenza, Ricerca, Lavoro, Imprese) e da Renato Finco (della Direzione Generale agricoltura, caccia e pesca) nel coordinamento della Logistica Solidale, hanno illustrato la nascita, lo sviluppo e le prospettive future di un progetto al quale è stata unanimemente riconosciuta una valenza sia sul piano etico e sociale che su quello della sostenibilità ambientale.

Dopo una visita in Mercato per assistere alle operazioni di carico/scarico dei prodotti, al ritorno al tavolo di lavoro CAL ha messo in campo alcune proposte “tecniche” per lo sviluppo dell’attività incentrate sulla creazione di “hub locali” in sedi strategiche per agevolare la distribuzione capillare sul territorio provinciale, proposte che sia il Presidente della Provincia Massari che il Sindaco di Parma hanno giudicato positivamente ribadendo la necessità di un appoggio istituzionale a un’iniziativa che risponde concretamente a bisogni veri. I lavori si sono conclusi con l’impegno di trasferire le proposte sui rispettivi territori, coinvolgere le associazioni e impegnarsi insieme nella ricerca di strumenti di crescita.

(Fonte: Comune.parma.it)

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *