Sarà una vera e propria monografica sull’originale lavoro artistico del burattinaio Marco Lucci – animatore e costruttore tra i più apprezzati e premiati nel panorama contemporaneo del teatro di figura – il ciclo di appuntamenti che l’associazione “Progetti&Teatro” di Carlo Ferrari e Franca Tragni porterà al Nuovo Teatro di Soragna, con il sostegno di Fondazione Cariparma e il patrocinio del Comune di Soragna, nell’ambito della rassegna “DomenicAteatro”, dedicata all’infanzia.

Tre gli spettacoli in programma, rivolti soprattutto alla fascia d’età dai 5 ai 10 anni, che allieteranno i pomeriggi domenicali di grandi e piccini tra divertimento, buffi personaggi e atmosfere sognanti. Un ricco immaginario di storie con protagonisti i burattini e i muppets animati a vista dal bravissimo Marco Lucci, per creare un dialogo tra elementi reali e simbolici, un gioco scenico dove la fantasia regna sovrana e in cui lo spettatore s’immerge completamente.

Il “Miracolo della Mula”, costruito in collaborazione con Gigio Brunello e già vincitore nel 2013 dell’ Eolo Award (tra i più prestigiosi premi nazionali del teatro ragazzi), inaugurerà la rassegna domenica 14 aprile, alle ore 16.30. Lo spettatore troverà ne “Il Miracolo della Mula” una proposta ricca di immagini: discese agli inferi, animali che parlano, guardiane d’oche che danzano, alberi che miracolosamente offrono mele in abbondanza, travestimenti e tempeste. Una macchina scenica in grado di produrre effetti cinematografici in maniera del tutto artigianale con zoommate in primo piano, visioni a campo largo su costoloni di rocce infernali, cambi di scena improvvisi.

Il secondo appuntamento sarà domenica 21 aprile, alle 16.30 con lo spettacolo “Cracrà Punk”, ancora in collaborazione con Gigio Brunello per la regia e la stesura del testo. Tra i temi affrontati, sempre attraverso una tecnica che spazia dal teatro d’attore a quello di figura, troveremo il passaggio dall’infanzia all’adolescenza, la realizzazione dei propri desideri, il rapporto genitori e figli. Cracrà Punk è, infatti, allo stesso tempo una fiaba in cui un trovatello riabbraccia i propri genitori, un mito sul rapporto tra padre e figlio, il racconto di un percorso di crescita e formazione personale che, partendo dai giochi d’infanzia, passa per la ribellione e arriva alla presa di responsabilità.

La rassegna a Soragna si concluderà, infine, domenica 5 maggio, alle 16.30 con lo spettacolo “Zac, colpito al cuore!”, premiato nel 2016 agli Eolo Awards come miglior novità di teatro di figura. In scena un attore e dei muppets animati a vista, personaggi di un sogno: un coniglio in giacca e cravatta ubriaco d’amore, la sua amata che danza in un candido abito da sposa, una volpe affamata che si muove in silenzio. Una scena essenziale per una storia costruita con elementi semplici ma vivi e sinceri che parlano a tutti – bambini, ragazzi e genitori – di un tema fondamentale: la paura di amare.

Per prenotazioni: tel. 3274089399 – info.progettieteatro@gmail.com

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *