Il Comune di Parma rinnova l’impegno nella lotta contro la zanzara tigre per la stagione 2024, attraverso il Piano Arbovirosi della Regione Emilia Romagna. Questo programma, fondamentale per la tutela della salute pubblica, prevede una serie di azioni mirate alla riduzione dell’infestazione, garantendo un ambiente più sicuro per i cittadini.

Tra le strategie adottate, il monitoraggio dell’infestazione mediante ovitrappole esaminate regolarmente, l’esecuzione di trattamenti larvicidi mensili da aprile a settembre sulle 40.000 caditoie pubbliche e nei cortili delle scuole e degli edifici pubblici gestiti dal Comune, nonché l’attuazione di controlli di qualità per garantire l’efficacia di tali interventi.

Inoltre, si prevede la somministrazione di trattamenti adulticidi solo in casi straordinari segnalati dall’AUSL.

Tuttavia, il successo di queste misure dipende anche dal contributo attivo dei cittadini. È fondamentale la ricerca e l’eliminazione dei focolai larvali, ovvero tutti i possibili ristagni d’acqua in cui le zanzare depositano le uova.

Questo include sottovasi, contenitori, avvallamenti del terreno e coperture dei garage, poiché la rimozione di tali siti di proliferazione rappresenta una soluzione duratura al problema.

È necessario eseguire i trattamenti larvicidi con la corretta periodicità, come indicato sulle confezioni dei prodotti utilizzati, e ripeterli dopo ogni evento di pioggia rilevante.

Si ricorda che tali trattamenti sono obbligatori dal 1° aprile al 31 ottobre e soggetti a verifiche e sanzioni da parte dell’AUSL e della Polizia Locale.

L’uso di trattamenti adulticidi è invece riservato a situazioni eccezionali e deve essere preceduto da una valutazione dell’infestazione. Questi insetticidi possono avere effetti collaterali significativi sulla salute umana e, pertanto, devono essere impiegati con estrema cautela, considerando i potenziali rischi per la salute pubblica, in particolare per i bambini, che sono particolarmente sensibili agli effetti tossici.

“La lotta contro la zanzara tigre è una priorità per il Comune di Parma. Con il coinvolgimento attivo dei cittadini e l’attuazione rigorosa delle misure preventive e di controllo, possiamo contrastare efficacemente la diffusione di questa specie invasiva e proteggere la salute pubblica. È fondamentale un impegno collettivo per garantire un ambiente più sicuro e salubre per tutti i nostri concittadini” commenta Gianluca Borghi, Assessore alla Sostenibilità Ambientale, Energetica ed alla Mobilità.

Il Comune di Parma invita quindi tutti i cittadini a cooperare attivamente nella lotta contro la zanzara tigre, adottando pratiche di prevenzione e partecipando agli sforzi collettivi per garantire un ambiente più salubre e sicuro per tutti.

(Fonte: Comune.parma.it)

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *