Il Comune di Parma e ADE S.p.A., nell’ambito delle attività di valorizzazione del patrimonio culturale cimiteriale, promuovono “La cultura in Villetta”, un ciclo di iniziative per far conoscere alle cittadine e ai cittadini le bellezze monumentali e le storie custodite nel cimitero della Villetta.

Scopo dell’iniziativa è far conoscere alla cittadinanza l’immenso patrimonio culturale custodito all’interno della Villetta, facendo vivere il cimitero anche con attività diverse dalle visite ai propri cari.

“La proposta culturale di quest’anno per la valorizzazione del nostro cimitero monumentale – ha dichiarato l’Assessora Bonetti – mira a ampliare l’interesse dei cittadini per questo luogo, facendolo scoprire anche alle generazioni più giovani e lavorando sulla costruzione di una memoria collettiva condivisa. Il cimitero diventa sempre più spazio di cura della comunità, luogo di cultura oltre che di memoria e ricordo, dove poter riscoprire una misura del tempo dedicata alla riflessione e al pensiero”.

“Il progetto “La cultura in Villetta” sta nel tempo assumendo nuove caratteristiche e peculiarità – ha detto Marianna Alati, responsabile Ufficio Relazioni con il Pubblico di ADE Spa – pur conservando le sue progettualità fondamentali: è importante individuare sempre nuovi strumenti e collaborazioni per la valorizzazione dell’importante patrimonio culturale, museale e sociale che la Villetta rappresenta”.

La prima iniziativa ha già preso avvio: si tratta di “La Storia siamo Noi”, una serie di podcast realizzati da studentesse e studenti delle Scuole superiori di Parma che raccontano le vite di alcune cittadine e cittadini di Parma che ora riposano alla Villetta. I podcast si possono ascoltare direttamente al Cimitero, inquadrando col cellulare i QR code sulle targhe che si trovano lungo un percorso nel camposanto. Il progetto è stato coordinato da Paola Greci di ECHO.

Nel mese di maggio e nel mese di settembre torneranno iniziative previste nell’ambito “Città della Memoria”. Giunto alla XVIII edizione, il progetto promuove eventi pensati per la valorizzazione del patrimonio storico-artistico presente nei luoghi del ricordo di Parma, coordinato dallo storico Giancarlo Gonizzi in collaborazione con le Guide di Parma. Domenica 12 maggio, alle 9,30, appuntamento per il “Centenario di Padre Lino Maupas”.

Con l’arrivo dei mesi estivi si svilupperanno altre attività in calendario.

Dopo il gradito riscontro dello scorso anno, le porte del cimitero monumentale si apriranno nuovamente di sera, per ospitare ricordi di personaggi illustri in musica e parole.

Il 13 settembre si terrà “Quella collina vicino a Spoon River”, un progetto scritto e diretto da Marco Caronna con giovani attori che hanno affrontato un laboratorio intensivo e immersivo e con la musica della Toscanini Next. Si tratta di racconti fatti rivivere da giovani attori, storie che si intrecciano con musica e canzoni, tra passato e presente, e in cui i personaggi di Spoon River si ritrovano con quelli che vagano tra le mura della Villetta, sulla colonna sonora delle musiche di De Andrè.

Le attività proseguiranno con l’anteprima del Festival “Il Rumore del Lutto”. Il 29 settembre, nella Galleria Sud, si terrà il concerto dell’arpista Mary Lattimore.

Sempre nell’ambito del Festival, il 13 e il 20 ottobre e il 3 novembre si svolgerà la terza edizione della Rassegna “All’Imbrunire. Letture scelte”: lungo i viali del cimitero, si terranno le letture itineranti guidate da Diego Sorba, Alice Pisu e Antonello Saiz e Roberto Ceresini, in collaborazione con l’Associazione di promozione sociale Segnali di Vita e col contributo artistico degli ideatori e curatori Maria Angela Gelati e Marco Pipitone.

In autunno sarà pubblicata una serie di video per scoprire alcuni luoghi del cimitero, raccontando storie degli abitanti di questa immensa città del ricordo.

(Fonte: Comune.parma.it)

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *