Una festa iniziata al 16′ del primo tempo, poco dopo le 21.17, proseguita dieci minuti più tardi, alla mezzora della ripresa ed esplosa pochi minuti prima delle 23. Bergamo s’è fermata per la finale di Europa League dell’Atalanta vinta sul Bayer Leverkusen grazie alla tripletta di Ademola Lookman. Diecimila tifosi solo tra i due maxischermi in centro, alla Torre dei Caduti in piazza Vittorio Veneto e in viale Papa Giovanni XXIII, lungo la strada verso la stazione ferroviaria, a pochi passi da Porta Nuova. Due centri di raccolta dei fan nerazzurri ne giro di quattrocento metri, mentre in città c’era uno schermo gigante al chiuso a Daste, ex centrale termoelettrica alla Celadina, verso Seriate, riadattata a spazio per eventi.

In provincia, invece, non si contano le iniziative di bar e Club Amici dell’Atalanta. Maxischermi presenti a Ciserano, non lontano dalla sede atalantina del Centro Sportivo Bortolotti di Zingonia, al centro sportivo di Clusone, altri in Val Seriana a Colzate e negli oratori di Vall’Alta di Albino e Nese di Alzano Lombardo. Quindi, nel padiglione expo di Val Brembilla, a Serina al cineteatro dell’oratorio e, scendendo dalle valli, a Caravaggio nello stadio sede delle partite dell’Under 23, a Lovere e Tavernola sul lago d’Iseo, a Scanzorosciate e all’oratorio San Giuseppe di Dalmine.

(Fonte: Leggo.it)

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *