Nel turismo di tendenza mondiale del 2024, l’Italia si colloca ai piedi del podio, ma davanti ai grandi Paesi concorrenti nel Mediterraneo. Lo rivela il report Travel Trends 2024, che traccia la mappa delle mete preferite degli ultimi 12 mesi dai viaggiatori in tutto il globo. L’indagine, realizzata dal Mastercard Economics Institute, inoltre, ha analizzato a livello internazionale il settore dei viaggi e le abitudini di spesa dei turisti in 74 mercati, da gennaio a marzo 2024, fotografando le destinazioni più visitate dell’inizio di quest’anno.

Tra queste non poteva mancare l’Italia, che nell’ultimo anno si piazza in quarta posizione dietro a Romania, medaglia di bronzo, Irlanda, al secondo gradino, e Giappone, primo, in una classifica che registra comunque una preferenza sull’Europa dei viaggiatori di tutto il mondo. Il nostro Paese riesce a tenere dietro i principali concorrenti storici nel mercato turistico, come Spagna, Francia e Grecia.

Scendendo più nel dettaglio, le città di tendenza su scala globale, che hanno fatto registrare gli incrementi più significativi, sono Monaco di Baviera, la meta più popolare per quest’estate, soprattutto per i grandi eventi ospitati tra giugno e agosto, come anche gli Europei di calcio, seguita dalla capitale dell’Albania, Tirana, Nizza (Francia), Kerkyra/Corfù (Grecia) e Istanbul (Turchia).

Nelle prime 10 posizioni delle mete più popolari per i turisti internazionali per prossimi tre mesi rientrano anche Roma e Milano, in particolar modo come destinazioni con il maggior numero di nazionalità in ingresso (canadesi e americani tra i primi).

Secondo il report Travel Trends 2024, entrambe le metropoli italiane sono particolarmente apprezzate per la loro vita notturna, con la Capitale al settimo posto e il capoluogo meneghino al 18° posto tra le preferenze dei viaggiatori.

Nell’elenco delle mete italiane più frequentate dal turismo mondiale non mancano però anche città d’arte come Venezia, Firenze e Napoli e destinazioni balneari come Catania, Bari, Alghero, Olbia, Brindisi, Palermo.

L’Italia è però anche il Paese con il maggior numero di destinazioni tra le più care in Europa: nella Penisola, infatti, si trovano oltre la metà delle 20 mete che hanno registrato nell’ultimo anno un aumento della spesa media delle transazioni pro-capite da parte dei turisti.

In questa categoria rientrano diverse località dell’Adriatico particolarmente ricercate, come ad esempio l’area di Venezia, che esercita una grande attrattiva grazie alla combinazione tra l’offerta artistico-culturale e naturalistica, in particolare per quanto riguarda San Michele al Tagliamento, Jesolo, Caorle e Lignano.

Al contrario, le destinazioni estive economicamente più accessibili si trovano nell’Est Europa, come le capitali Bucarest, Varsavia, Budapest, Praga, oppure su alcune zone del litorale spagnolo (Costa Brava e Costa del Sol).

Per gli italiani, invece, le mete preferite per le vacanze sono le località di mare, soprattutto nella stagione primavera-estate (giugno-agosto 2024), con una particolare preferenza per la Grecia, che fa registrare cinque destinazioni nei primi dieci posti classifica.

In testa ai luoghi preferiti dai turisti tricolori c’è però Tirana in Albania, seguita da Kerkyra/Corfù (Grecia) e Parigi (Francia). Il Giappone è l’unica destinazione intercontinentale in questa classifica, favorita da un tasso di cambio favorevole che ha reso il Paese, per la prima volta, una destinazione accessibile per molti occidentali.

(Fonte: Quifinanza.it)

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *