Sala: ‘Sostegno o problema pagare stipendi’

17:37 – Borsa: Milano chiude in forte calo, Ftse Mib -3,59% – Chiusura ampiamente negativa per Piazza Affari: l’indice Ftse Mib segna un calo finale del 3,59% a 16.450 punti.

17:36 – Raddoppio pensione invalidità 2020, richiesta disabili  – “Chiediamo al Governo che dal 1 maggio fino a dicembre 2020 anno ci sia un raddoppio della pensione di invalidità: da 278 euro, noi chiediamo che arrivi a 600 euro. Si tratta di un aumento straordinario delle provvidenze assistenziali per disabilità documentata. Un’operazione che avrà un costo complessivo di un miliardo e 600 milioni, però su una manovra di 70 miliardi di euro”. E’ la richiesta di Vincenzo Falabella, presidente della Fish, Federaione Italiana per il Superamento dell’Handicap.

17:29 – Tasso Btp 30 anni sale al 3%, top da 1 mese – Il tasso del Btp a 30 anni sale ancora e tocca il 3,02%. E’ il livello più alto da un mese.

17:15 – Altri 823 morti in Gb, nuova impennata – Nuova impennata del numero di morti da coronavirus registrati nel Regno Unito nelle ultime 24 ore, dopo il consistente calo dei due giorni scorsi: lo rende noto il ministero della Sanità, con altri 823 decessi nei soli ospedali, quasi il doppio di ieri, appena una cinquantina meno di venerdì e 160 meno rispetto al record assoluto giornaliero – britannico ed europeo – del 10 aprile. Il totale censito dei decessi sale a 17.337, mentre i contagi diagnosticati sfiorano 130.000, con una curva d’incremento in flessione attorno a 4300 al giorno.

17:15 – Borsa: Milano peggiora verso chiusura, -3% – Corrente di vendite sui mercati azionari a filo della chiusura della seduta: Milano sega un calo del 3% con l’indice Ftse Mib. Male tra i titoli principali Fineco (-6%), con Stm, Ferragamo ed Eni che perdono oltre cinque punti percentuali.

17:12 – Tassi Btp volano; 3 anni +15 punti base,30 anni +21 – Deciso rialzo dei tassi Btp. Sul trentennale il rendimento è salito di 21 punti base al 2,92%. I tassi sul Btp a 3 e 7 anni sono aumentati di 15 punti base rispetto all’ultima chiusura, salendo rispettivamente a all’1,313% e all’1,857%.

17:06 – Oltre 2 milioni e mezzo di casi nel mondo – Sono oltre 2.500.000 i casi di coronavirus nel mondo secondo i dati della John Hopkins University

17:00 – Bonetti ritwitta Boschi, ‘bonus vacanze 500 euro’ – Il ministro per le Pari Opportunità e la Famiglia Elena Bonetti ritwitta la proposta del presidente dei deputati di Italia Viva Maria Elena Boschi su un bonus di 500 euro per ogni famiglia per le vacanze. “Ho proposto un bonus di 500 euro per famiglia da spendere per le vacanze in Italia. Serve alle famiglie, specie con minori. Serve al mondo del turismo: una piccola boccata d’ossigeno per un’industria in ginocchio”, questo il testo del tweet di Boschi ritwittato dalla ministra.

16:55 – Spread Btp Bund vola a quota 260 – Lo spread tra Btp e Bund vola a 260 punti base con il rendimento del decennale italiano al 2,12%.

16:52 – In carcere Ohio quasi 2 mila positivi – Una prigione dell’Ohio sta diventando il più grande focolaio di coronavirus degli Stati Uniti: al Marion Correctional Institution sono risultati positivi 109 dipendenti e 1828 detenuti (tre quarti della popolazione carceraria dello Stato), un numero piu’ alto di quello di una industria della lavorazioni delle carni in South Dakota e della portaerei Roosevelt a Guam. Complessivamente nei penitenziari dell’Ohio ci sono 2400 casi tra i reclusi e 244 tra lo staff, ossia il 20% del totale.

16:39- Raccomandazione Uefa a federazioni, finite la stagione  – “Le più vive raccomandazioni a concludere i campionati e le coppe nazionali” sono state fatte all’Uefa durante la videoconferenza con le 55 federazioni affiliate tenutasi oggi. Nell’incontro, però, è stato spiegato che “alcuni casi specifici saranno valutati appena saranno pronte le linee guida per la partecipazione alle competizioni europee in caso di annullamento di un campionato”. Inoltre, la Uefa ha illustrato “varie ipotesi di calendario per le competizioni per club e per nazionali”.

16:39 – Ok Ue a 50mln aiuti per agri e pesca Fvg – La Commissione europea ha approvato il regime nazionale di prestiti agevolati da 50 milioni di euro a sostegno dei settori dell’agricoltura, della silvicoltura e della pesca nell’emergenza Covid-19 in Friuli-Venezia Giulia. Tale regime prevede che il sostegno sia concesso sotto forma sia di prestiti a tassi d’interesse agevolati erogati tramite enti finanziari, che di sovvenzioni dirette, aiutando le imprese di tutte le dimensioni ad affrontare i problemi di liquidità.

16:20 – Berlino, obbligo mascherina su bus e metro – Berlino, come la maggioranza degli altri Land tedeschi, rende “obbligatoria” la mascherina per salire sui mezzi pubblici dal 27 aprile. Lo ha annunciato il sindaco Michael Mueller. La misura si rende necessaria, ha spiegato, perché “non è possibile garantire la distanza di alcuni metri tra le persone”. Dieci Stati regionali sui 16 hanno deciso questo obbligo per contrastare la diffusione del coronavirus.

16:13 – Ministero Innovazione, app compatibile con libertà – “La tecnologia per il tracciamento dei contatti potrebbe essere adottata in modalità compatibili con le necessità di rispettare diritti e libertà fondamentali dei cittadini sanciti dalla Costituzione”. E’ quanto si legge sul sito del ministero dell’Innovazione, guidato da Paola Pisano, che ha seguito il processo per la selezione dell’app anti-contagio.

15:54 – Conte, no a compromessi ribasso,si vince o perde tutti – Nella trattativa con l’Ue “non accetterò un compromesso al ribasso. Non siamo di fronte a un negoziato a somma zero. Qui o vinceremo tutti o perderemo tutti”. Lo dice il premier Giuseppe Conte nell’informativa al Senato. “Il prossimo consiglio europeo non sarà risolutivo ma dovrà dare un indirizzo chiaro” sugli strumenti per combattere “lo shock” generato dal Coronavirus. In merito al recovery Fund “appoggiamo la proposta francese avendo chiesto di integrarla in modo da rispondere più puntualmente ai requisiti che riteniamo imprescindibili. Da ultimo è stata presentata una proposta spagnola che pure, ma con qualche suggerimento di variazione, potremmo appoggiare per la sua conformità alle nostre finalità”.

15:46 – Coronavirus: morto un altro medico, bilancio a 141 – Un altro medico è deceduto per Covid-19. E’ Silvio Marsili, pediatra in pensione. Lo rende noto la Federazione nazionale degli ordini dei medici (Fnomceo), che aggiorna costantemente la lista dei medici deceduti per l’epidemia includendo medici in attività, in pensione e medici pensionati richiamati in servizio o comunque attivi. Il totale dei decessi dall’inizio dell’epidemia sale così a 141.

15:44 – Trump ordina un piano per fondi a aziende petrolio – Donald Trump ordina al Dipartimento dell’Energia e al Dipartimento del Tesoro di mettere a punto un piano per rendere disponibili fondi alle società petrolifere e del gas. Lo annuncia Trump in un tweet.

15:40 – Governo, serve legge per App – L’autorizzazione all’utilizzo di una App di contact tracing per contrastare il coronavirus avverrà attraverso “una norma di rango primario”, cioè una legge o un decreto convertito in legge dal Parlamento. Lo ha assicurato il governo alla maggioranza e all’opposizione in due incontri con i capigruppo tenutisi alle 10,30 e alle 12.

15:35 – Conte, se ripete errori 2008 progetto Ue a rischio – “L’Ue e l’Eurozona non possono permettersi di ripetere gli errori commessi nella crisi finanziaria del 2008, quando non si riuscì a dare una risposta comune. E’ un rischio che non ci possiamo permettere di correre perché il fallimento nel produrre una risposta adeguata e coraggiosa provocherebbe un grave danno allo stesso progetto europeo”. Lo dice il premier Giuseppe Conte nell’informativa al Senato in vista del Consiglio europeo. “Sull’ormai strafamoso Mes si è alimentato nelle ultime settimane un dibattito che rischia di dividere l’Italia in opposte tifoserie” ma l’intento è procedere con la “massima cautela”, sottolinea, aggiungendo che “chi esprime dubbi su questa linea di credito contribuisce a un dibattito democratico e costruttivo. Ritengo che questa discussione debba avvenire in modo pubblico, trasparente, in Parlamento, al quale spetterà l’ultima parola”.

15:33 – Benzina: stime Up, a picco consumi aprile, -75% – Ad aprile, in pieno lockdown da coronavirus, i consumi di benzina e gasolio per il trasporto passeggeri registreranno un crollo del 75% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. E’ la stima dell’Unione petrolifera che indica per il gasolio destinato al trasporto merci un calo di quasi il 50%. Nel mese di marzo, mese di chiusura solo parziale, il dato registrato dall’Up è di una contrazione del 43,5% per entrambi i carburanti, con un tonfo di oltre il 50% della sola benzina.

15:30 – Conte, rischio nuove povertà,ora sostegno più incisivo – “Questa emergenza incide sulle fasce più fragili, rischia di creare nuove povertà e lacerare un tessuto sociale già provato. Abbiamo già compiuto alcuni passi. Il governo però è consapevole che questi interventi non sono sufficienti: occorre un sostegno alle famiglie e alle imprese prolungato nel tempo ancora più incisivo”. Lo dice il premier Giuseppe Conte nell’informativa al Senato. “In un momento così difficile desidero confermare la piena disponibilità al dialogo, mio e dell’intero governo, con le forze di opposizione. Il contributo di una opposizione responsabile troverà sempre apertura e considerazione”.

15:25 – Conte, programma riaperture omogeneo su base nazionale – “Stiamo elaborando un programma di progressive riaperture che sia omogeneo su base nazionale e che ci consenta di riaprire buona parte delle attività produttive e anche commerciali tenendo sotto controllo la curva del contagio”. Lo dice il premier Giuseppe Conte nell’informativa al Senato. E la soglia del contagio di riferimento “vogliamo che sia commisurata alla recettività delle strutture ospedaliere delle aeree di riferimento”, aggiunge.

15:22 – Conte, modifiche anche su distanziamento sociale – “Anche per le misure di distanziamento sociale ci saranno alcune modifiche, non ci sfugge” la difficoltà dei cittadini “nel continuare a rispettare” le regole anti contagio e “l’aspirazione al ritorno alla normalità”. Lo dice il premier Giuseppe Conte nell’informativa al Senato parlando del programma per la fase 2.

15:21 – Conte, riavviamo motore Paese con programma strutturato – “Si prospetta una fase molto complessa: dobbiamo procedere a un allentamento del regime attuale delle restrizioni e fare il possibile per preservare l’integrità del nostro tessuto produttivo. Il motore del Paese deve avviarsi ma sulla base di un programma ben strutturato”. Lo dice il premier Giuseppe Conte nell’informativa al Senato in vista del Consiglio europeo

15:17 – Conte, app su base volontaria e senza penalizzazioni – Il governo punta al “rafforzamento della strategia di mappatura dei contatti esistenti e di teleassistenza con l’utilizzo delle nuove tecnologie”. Lo dice il premier Giuseppe Conte nell’informativa al Senato. “L’applicazione sarà offerta su base volontaria, non obbligatoria, faremo in modo che chi non vorrà scaricarla non subirà limitazioni o pregiudizi”, aggiunge.

15:09 – Conte, chiara consapevolezza coinvolgere Parlamento – “Questo passaggio viene compiuto nella chiara della consapevolezza della necessità di coinvolgere il Parlamento tanto più in una fase in cui l’azione di governo rileva direttamente su beni primari della persona”. Lo dice il premier Giuseppe Conte nell’informativa al Senato. “Sulla risposta sanitaria il governo ha elaborato una strategia in cinque punti. Il primo è mantenere e far rispettare distanziamento sociale, promuovere utilizzo diffuso di dispositivi di protezione individuale fino a quando non disponibili terapia e vaccino”.

15:01 – Serie A si compatta per ripresa, delibera all’unanimità – La Lega Serie A si compatta per portare a termine la stagione, con una delibera approvata anche dai club come Torino e Brescia contrari alla ripresa. Come si legge in una nota, l’assemblea “ha confermato, con voto unanime di tutte le venti Società collegate in video conferenza, l’intenzione di portare a termine la stagione sportiva 2019-2020, qualora il Governo ne consenta lo svolgimento, nel pieno rispetto delle norme a tutela della salute e della sicurezza”.

14:53 – Primo sciopero in smart working a Torino – Trattativa sindacale in videoconferenza con conseguente mancato accordo sulla cassa integrazione, assemblea con i lavoratori ancora attraverso il filtro degli strumenti informatici e conseguente decisione di dichiarare quattro ore di sciopero per giovedì 23 aprileper tutti i 160 dipendenti attualmente in smart working: è quanto avviene ai tempi dell’emergenza Covid 19 alla Scai Finance, azienda informatica del gruppo Scai del vice-presidente dell’Unione Industriali di Torino, Massimiliano Cipolletta.

14:46 – Politecnico Torino con il Coni per ripresa sport – La task force diretta dal Politecnico di Torino – secondo quanto apprende l’ANSA – collaborerà con il Coni per studiare la ripresa delle attività sportive. Il presidente del Coni Giovanni Malagò ha chiesto al Politecnico di applicare l’approccio del documento ‘Ognuno protegge tutti’ in vista della Fase 2, all’analisi per condurre in sicurezza in futuro le diverse attività sportive. Le prime indicazioni ci saranno tra una settimana.

14:31 – Spread Btp-Bund riaggancia quota 250  – Lo spread tra Btp e Bund riaggancia quota 250 per la prima volta dal 18 marzo scorso. Il rendimento del decennale italiano è salito fono all’1,99%.

14:18 Sala, sostegno o problema pagare stipendi – “Non posso che chiedere un sostegno finanziario. Al momento ce la facciamo ma è ovvio che passando i mesi saremmo in difficoltà anche per pagare gli stipendi”: il sindaco di Milano Giuseppe Sala ha spiegato ai microfoni del TgR Lombardia, parlando dei cambiamenti della città, in particolare dei trasporti nella Fase 2 per uscire dall’epidemia di Coronavirus. “Sarebbe sciocco arrivare tre giorni prima e dirci farete così e poi – ha aggiunto – non posso che chiedere il sostegno finanziario”

 13:54 Toti contro Arcuri, su sierotest risultati tardivi – Sui test sierologici “il commissario straordinario Domenico Arcuri si sta spendendo con risultati non soddisfacenti dal momento che ha detto che i test saranno vidimati da Iss, Ministero della Salute e commissario non prima del 29 aprile”. Lo ha detto il governatore ligure Giovanni Toti in Consiglio regionale on line. “Si chiede alle Regioni di fare test che la Liguria sta eseguendo a sue spese e responsabilità, ma il Governo non ha stabilito qual è il protocollo da seguire, non ha dato 1 euro e fatica a mandare reagenti per i tamponi”.

13:46 Recovery fund, slitta comunicazione della Commissione Ue – Slitta alla prossima settimana l’esame e il varo di una comunicazione sul Recovery Fund da parte della Commissione Ue. A quanto si è appreso, il punto è stato tolto dall’ordine del giorno della riunione settimanale del collegio dei commissari fissata per domani. Bruxelles si limiterà ad avere un ‘dibattito d’orientamento’ sulla materia in vista della discussione che si svolgerà giovedì al vertice dei capi di Stato e di governo. Il varo della comunicazione della Commissione dovrebbe quindi avvenire la prossima settimana.

13:06 Iss, pericoloso traffico online di farmaci – “Esiste un attivo mercato illegale del farmaco che sta sfruttando l’emergenza sanitaria per lucrare sulla salute e sulla paura della popolazione” come dimostra “il monitoraggio dei social media per rilevare notizie, audio e video ingannevoli”. A mettere in guardia è un Rapporto pubblicato sul portale dell’Istituto Superiore di Sanità, che riassume in 10 punti le informazioni più importanti sull’uso dei farmaci per il Covid. Il rischio e’ di assumere medicinali falsificati “che possono contenere sostanze tossiche che possono peggiorare la condizione clinica”.

12:26 Lamorgese,margini inserimento mafie in riavvio del Paese – “Ci sono margini di inserimento della criminalità organizzata nella fase di riavvio delle attività economiche. La situazione è caratterizzata da deficit di liquidità e dall’afflusso di ingenti finanziamenti nazionali ed europei. Abbiamo dunque sollecitato la massima attenzione delle forze di polizie per intercettare nuove dinamiche nelle azioni criminali”. Serve “attenzione sulle erogazioni pubbliche”. Lo ha detto la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese in audizione alla commissione Affari costituzionali della Camera.

12:15 – Arcuri, alternativa a app è ancora privazione libertà – “Il contact tracing è una modalità per garantire che in qualche modo vengano conosciuti e tracciati i contatti che le persone hanno, molto importante se qualcuno si contagia. Possono essere usati per contenere la diffusione del virus. In tutto il mondo alleggerire il contenimento significa essere in grado di mappare tempestivamente i contatti delle persone; l’alternativa sarebbe non alleggerire le misure, privandoci di quote importanti della nostra libertà come in queste settimane è accaduto”. Lo ha detto il commissario Domenico Arcuri in conferenza stampa alla Protezione civile.

12:13 Arcuri, su Fase 2 nessuna decisione frettolosa – “Non bisogna prendere alcuna decisione frettolosa, dobbiamo essere ancora più consapevoli e responsabili”. Così il commissario Domenico Arcuri in conferenza stampa sulla Fase 2, sottolineando che “non dobbiamo abbandonare né la cautela né la prudenza”. Il virus, ha aggiunto, “è ancora tra noi. Abbiamo imparato a contenerlo e i nostri concittadini hanno imparato ad attrezzarsi e a fronteggiarlo, a costo di una sostanziale privazione delle libertà e proprio per questo dobbiamo sapere che non è stato sconfitto né allontanato”.

12:12 Di Maio,chiesto Oms massima chiarezza su origine virus  – “L’Italia in questa crisi ha sempre garantito la massima trasparenza. E la stessa trasparenza la esigiamo da tutti i Paesi. Abbiamo chiesto all’Oms, all’Onu di fare la massima chiarezza sull’origine di questo virus”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio in un’intervista ad Al Jazeera. “Il nostro obiettivo ora è sconfiggere definitivamente il coronavirus, tutti i processi internazionali per capirne l’origine saranno i benvenuti”, ha aggiunto.

12:13 Coronavirus: Lombardia per ripresa pensa anche ai bond – La Regione Lombardia pensa anche ai bond per la ripresa economica dopo l’emergenza coronavirus. “I tre miliardi per il piano straordinario di investimenti in Lombardia sono previsti a debito utilizzando obbligazioni a seconda della convenienza e del tasso che il mercato offrirà”, spiega in una nota la Regione, specificando che “i ‘Lombard bond’ saranno autorizzati in base alle effettive necessità di cassa, come farebbe un buon padre di famiglia”.

11:50 Germania: indice fiducia Zew torna positivo, a 28,2 – La fiducia degli investitori in Germania torna a sorpresa positiva. Ad aprile l’indice Zew è volato a 28,2 punti da -49,5 punti di marzo contro attese per una risalita più lieve a -42 punti. Nessuno degli economisti aveva previsto un ritorno in territorio positivo dell’indice di fiducia.

11:29 Bce: Panetta,sforzo comune o fiducia su euro a rischio – “I Paesi Euro dovrebbero sostenere tutti insieme i costi per affrontare questa crisi perché così ne beneficeranno tutti” mentre “una mancata azione ora non isolerà i contribuenti dai costi della crisi ma farà aumentare quei costi quando alla fine arriveranno”. Lo scrive il membro esecutivo della Bce, Fabio Panetta, sul sito Politico.eu, spiegando che “qualsiasi percezione dell’assenza di un’azione comune in tempi di crisi disperata diluirebbe il sostegno pubblico all’Ue” e “alla fine, potrebbe essere erosa la fiducia nell’euro”.

10:43 Coronavirus: bimbo nato positivo all’ospedale di Aosta – Un bambino nato all’ospedale Beauregard di Aosta è risultato positivo all’infezione da nuovo coronavirus. Lo ha appreso l’ANSA. Il parto è avvenuto la scorsa settimana, nella notte tra giovedì e venerdì. La madre, residente nella cintura di Aosta, anche lei positiva, ha partorito con 38 di febbre. Il risultato del tampone è arrivato il giorno dopo la nascita. All’interno dell’ospedale Beuregard è stata riorganizzata la degenza nei reparti di Ostetricia e Pediatria.

10:25 Coronavirus: superati i 170.000 morti nel mondo – Il bilancio dei morti per coronavirus nel mondo ha raggiunto quota 170.418, mentre le persone contagiate sono al momento 2.480.749. Lo indica il conteggio della Johns Hopkins University.

10:20 Coronavirus: Cirio asili nido? Dovere pensare ai bimbi – “Non possiamo non pensare alle famiglie che, se tornano a lavorare, non sanno dove mettere i bambini. Questo è un dovere istituzionale e morale, lo dico anche da papà”. Il governatore Alberto Cirio conferma, ai microfoni di Rai Radio 1 l’ipotesi allo studio in Piemonte di riaprire gli asili nido. “Non possiamo pensare che ripartano le aziende senza che riparta un qualcosa di predisposto dalle Regioni o dallo Stato per assistere, per guardare i bambini durante l’orario di lavoro”, aggiunge Cirio.

 

fonte ansa

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: