Published On: Mer, Lug 15th, 2020

Autostrade: caos totale

Share This
Tags

di MARCELLO VALENTINO – Autostrade… un bordello di interruzioni, a percorrerle sembra di vivere in un incubo. L’incubo delle interruzioni, questa estate ve la ricorderete per le file interminabili, per le migliaia di madonne e gli accidenti che avrete mandato ai Benetton, ma non tutte le colpe sono di Autostrade, forse le colpe maggiori sono certamente dei politici che hanno attuato le concessioni e quelli che poi le hanno prolungate; non faccio nomi ma è facile informarsi, il solito schifo politico, e chissà le tangenti che si sono divisi. Insomma, tutto come sempre, e adesso cosa succederà? Forse niente o forse ancora una volta se ne inventeranno una nuova. Che tristezza, che malinconia, e il pensiero va a chi su quel ponte ha esalato, non per colpa sua, l’ultimo respiro. Di fronte alla morte i vivi si comporteranno come al solito, tutto andrà nel dimenticatoio, e i politici come sempre mercanteggeranno sulla pelle degli altri il loro sporchissimo futuro.
Coronavirus, anche qui è meglio stendere un pietoso velo sui soliti politici… dopo tutti i sacrifici fatti da tutti gli italiani chiusi in casa per mesi, porte aperte ai migranti portatori di Covid-19; l’esempio più eclatante è il paesino calabro di Amantea, oggetto di destinazione di 14 migranti affetti da Coronavirus piazzati in un condominio al centro del paese che aveva avuto un solo caso di Covid, follia pura, e tutto per non dare ragione a chi i porti li aveva tenuti chiusi. Senza volermi schierare, perché per me i politici andrebbero messi tutti in GALERA, per tanti motivi, ma principalmente per uno. Circonvenzione d’incapaci. Cosa vi posso dire, vi faccio un nome su tutti: Grillo; ma vi rendete conto, uno che ha generato Pizzarotti e poi tanti altri, e tutti vi hanno promesso una cosa e poi hanno fatto tutt’altro, cioè i cazzi propri… e i vostri? Ecco, cari miei incapaci, cosa succede a credere agli asini che volano, voi rimanete asini e loro volano verso i loro veri obbiettivi, e cioè avervi preso per il culo, mentre il proprio lo appoggiano su una bellissima poltrona fatta di pelle umana, LA VOSTRA. COGLIONI, NON È ORA DI SVEGLIARSI?
E VENIAMO ALLA CINA. ANCORA UNA VOLTA VI METTO SUL CHI VA LÀ. NON FATE AFFARI CON QUESTA NAZIONE, SARÀ COME FARE GLI STESSI AFFARI CHE AVETE GIÀ FATTO CREDENDO AI POLITICI ITALIANI. LA CINA E UNA NAZIONE CHE NON MERITA APERTURE PERCHÉ FA VIVERE IL SUO POPOLO SOTTO DITTATURA E LA SUA MIRA È QUELLA DI SOTTOMETTERE ALTRI POPOLI ALLE STESSE CONDIZIONI. IO NON COMPRERÒ MAI PIÙ UN PRODOTTO MADE IN CINA, FATELO ANCHE VOI SE VOLETE DARE UNA MANO A TUTTI I CINESI E ANCHE A QUESTA MALANDATA ITALIA.
E POI IO SONO CONVINTO CHE LA CINA STIA ATTACCANDO IL MONDO INTERO CON QUESTO VIRUS PER UNO SCOPO PER ADESSO A NOI SCONOSCIUTO, MA FORSE NEANCHE TANTO. L’OBBIETTIVO È IL VACCINO… SONO SICURO CHE LORO L’HANNO GIÀ PRONTO E PRESTO LO METTERANNO IN COMMERCIO. LA CINA È UNA NAZIONE
SUBDOLA: DIFFIDATE. E veniamo a TESLA, la FAMOSISSIMA e quotatissima casa automobilistica di Elon Musk, produttrice di auto elettriche. Ma vi rendete conto del valore che ha in borsa? Tesla può valere più di Toyota o Volkswagen. Se non è una bolla questa, ditemi voi cos’altro potrebbe essere, mi ricorda qualche altra bolla di qualche anno fa, vi ricordate di Tiscali? che fine ha fatto? quanta gente ho perso tutti i propri soldi investiti in quella bufala colossale? Beh, aspettatevi di peggio perché gli americani sono maestri in bolle e questa di Tesla, a meno di un miracolo la è, quindi tenetevi i soldi sotto il materasso. Se amate il rischio allora in bocca al lupo, un po’ come i BITCOIN, c’è sempre qualcuno che ne fa le spese… E poi se le avete guardate bene le Tesla?
Sono decisamente bruttine e costano una follia. Come costi di manutenzione, a lungo andare, è stato provato costino come un diesel di ultima generazione e forse anche di più. Meglio una Peugeut 2008 diesel, decisamente più bella e più economica in tutto, provare per credere.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette