Le principali novità riguardo alla nuova Alfa Romeo Tonale sono due. Una buona ed una cattiva. Iniziando da quella cattiva, annunciamo ufficialmente che il debutto del nuovo suv della Casa del Biscione è slittato ancora. Dalla fine di dicembre 2021, come previsto inizialmente, ci si era spostati in primavera a marzo del 2022.

Ora è arrivata la certezza pronunciata direttamente dal nuovo manager del brand Jean-Philippe Imparato. Riportiamo quanto affermato, prendendo spunto da ciò che è stato pubblicato da Quattroruote e da Passione Auto Italiane.

La Tonale è la prima macchina elettrificata di Alfa Romeo, quindi dobbiamo fare un lavoro di altissimo livello. Con Stellantis abbiamo il vantaggio di fornire alla Tonale alcuni update a livello tecnologico, quindi ho deciso che dovevamo aggiornare subito la PHEV (ibrida plug-in, n.d.r.)”.

Imparato ha chiesto per la Tonale un debutto sin da subito anche delle versioni ibride con aggiornamenti tecnologici che porteranno migliorie ai propulsori. Per cui la seconda e buona notizia è quella che la Tonale avrà motori più performanti, ben migliori di quanto ad oggi presente du Compass e Renegade 4Xe.

La produzione del primo suv elettrificato del brand, a Pomigliano, slitterà a partire dal mese di marzo 2022. Il lancio commerciale è fissato per la prima settimana di giugno 2022, subito dopo la festa della Repubblica del 2 giugno.

Con un acerta probabilità, dai 190 e 240 CV attuali, si crescerà a circa 210-215 e 260-270 CV, mantenendo un’autonomia a zero emissioni di circa 50 km grazie ad un leggero incremento di capacità delle batterie (circa 12,5-13 kWh).

Altre novità riguardanti Alfa Romeo interesseranno il nuovo B-suv in arrivo tra fine 2022 ed inizio 2023 ed i modelli futuri. Per quanto riguarda la Brennero, questa sarà prodotta in Polonia, su un’innovativa piattaforma Small che andrà ad interessare i futuri modelli di Stellantis. L’auto sarà anche full electric.

Infine va in pensione il pianale Giorgio come è conosciuto oggi. Dopo aver fatto da base per solo 4 modelli (Giulia, Stelvio, nuova Jeep Grand Cherokee e nuova Maserati Grecale), la piattaforma sarà rivisitata da cima a fondo per poter dar vita nei prossimi anni a modelli di medio-grandi dimensioni che prevederanno anche varianti full electric.

Insomma, il marchio Alfa Romeo, dopo aver affrontato ultimi anni a suon di rinvii, sembra si stia rianimando. Ci sarà ancora da aspettare almeno un anno per la ripartenza, ma i presupposti ad oggi appaiono buoni.

 

fonte: motorinews

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: