“Facciamo un pieno alla Divina Commedia” è il titolo dell’iniziativa di crowfounding lanciato dall’associazione culturale “Naufraghi Inversi” per dare (letteralmente!) benzina al progetto ItinerDante: il percorso di 700 km con cui i Naufraghi porteranno la Divina Commedia in 7 regioni toccando i principali luoghi culturali della penisola, in una suggestiva unione tra poesia, arte e riflessione sulla nostra contemporaneità. L’associazione – senza fini di lucro – si è autofinanziata per realizzare il progetto immaginato da Eugenio Di Fraia (regista, performer e fondatore della compagnia), Angelo Marrone (compositore ed esecutore), Maria Vittoria Casarotti Todeschini (attrice) e Riccardo Sozzi (co-fondatore) e con il loro “pulmino” percorreranno in lungo e in largo il nostro Paese con spettacoli di strada ed eventi teatrali ad alto impatto emozionale.

Con i versi della Divina Commedia declamati e attualizzati in performance molto fisiche e coinvolgenti, i Naufraghi Inversi invitano gli spettatori a rileggere la contemporaneità, anche nei risvolti drammatici di questi ultimi mesi, dimostrando tutta l’attualità della Divina Commedia che, dopo 700 anni, si rileva ancora in grado di restituire una fotografia più che realistica del mondo che ci circonda.

Per poter prolungare il percorso per le regioni italiane e coinvolgere un numero maggiore di persone in questa bella iniziativa culturale “di strada”, l’associazione ha lanciato un crowfounding ricco di “ricompense” poetiche o divertenti per tutti coloro che vorranno aggiungere chilometri al progetto: si va dai classici ringraziamenti sul sito, alla possibilità di ricevere un video con i versi declamati dagli attori e dedica personalizzata alla persona amata (un’idea regalo adatta a celebrare qualsiasi evento: basta scegliere i versi giusti!), sino alla possibilità di avere la compagnia che recita in esclusiva per il “mecenate” in una location e occasione a sua scelta.

La prima tappa fisica del tour ItinerDante – che ha già avuto un avvio “virtuale” all’interno di convegni e iniziative dantesche di alto livello – si terrà il 12 giugno a Poppi, all’interno dei tre giorni di celebrazione danteschi dedicati alla Battaglia di Campaldino.

«Con il Covid, il mondo si è fermato. Ma la cultura no. Ed è proprio la cultura che ci salverà» di questo è convinto Eugenio Di Fraia, anima dell’associazione, che prosegue «Noi abbiamo “benzina” per fare 700 chilometri, ma sarebbe bello se, con l’aiuto di tutti, potessimo prolungare il viaggio del nostro pulmino per poter far risuonare i versi di Dante nel maggior numero di piazza possibili».

ItinerDante ha il patrocinio della Società Dante Alighieri – Dante Global, dell’Associazione Italianisti – Gruppo Dante, di Hypermedia Dante Network e dell’ENAC.

fonte Adnkronos

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: