Imbarazzo nella cerimonia svoltasi al Lungotevere Aventino alla presenza del capo dello Stato Mattarella, della presidente del Senato Casellati e della Raggi: sul marmo è stato inciso erroneamente Azelio e non Azeglio. La sindaca: “Già sostituita”

Grave imbarazzo nel corso della cerimonia svoltasi a Roma per intitolare un tratto del Lungotevere Aventino all’ex presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi. Cerimonia svoltasi alla presenza del capo dello Stato Mattarella, della presidente del Senato Casellati e della sindaca di Roma Raggi. 

Nel momento dello svelamento della targa di marmo, ci si è accorti che uno dei due nomi di battesimo di Ciampi era stato scritto male: Azelio invece di Azeglio.

La targa è stata prontamente coperta con un drappo giallorosso, i colori della capitale.

Il cerimoniale del Campidoglio ha addotto come motivo il fatto che la targa si fosse“pesantemente scheggiata” nel corso del montaggio.

Pietosa buglia, visto che la trasparenza del drappo consente di leggere chiaramente la scritta sul marmo e mette in evidenza il clamoroso errore di chi ha materialmente inciso la targa e di chi avrebbe dovuto controllarne l’esattezza.

“Sono stata avvisata questa mattina, ho dato subito l’ordine di procedere ad una nuova targa che infatti già adesso è collocata al suo posto”, ha commentato la sindaca di Roma Virginia Raggi, a margine di una iniziativa in Campidoglio,

La targa è stata sostituita, ma la gaffe rimane.

fonte Agi

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: