Federica Pellegrini si congeda dai suoi 200 sl olimpici con il settimo posto conquistato nella sua ultima finale. La quinta consecutiva in 5 differenti edizioni dei Giochi che la rende l’unica nuotatrice ad esserci riuscita. Simbolicamente importante: cinque come i cinque cerchi olimpici. Qui a Tokyo 2020 vince Ariarne Titmus in 1:53.50. Il tempo della Divina è accessorio (1:55.91), quello dell’australiana, 12 anni più giovane dell’italiana, invece è rilevante: nuovo record olimpico ma non abbastanza per diventare il nuovo record mondiale. Oggi, infatti, ha vinto anche la ‘linea rossa’: il primato resta in mano all’azzurra (1:52.98 fissato a Roma 2009) e nessuno potrà più strapparglielo in un’edizione olimpica. Almeno con lei in vasca.

 

Completano il podio la nuotatrice di Hong Kong Siobhan Bernadette Haughey e la canadese Penny Oleksiak, ma i nostri occhi erano tutti sulla corsia 1: quella della Pellegrini, la nostra Fede. Una carriera unica, lunghissima, piena di record e successi, su cui spicca l’oro di Pechino 2008. Qualche edizione olimpica fa. Una delle pagine indelebili di una storia che da oggi diventa leggenda. Grazie Fede.

fonte Coni

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: