Nella cornice del Motor Valley Fest, un viaggio senza tempo dal 2 al 4 Luglio per riscoprire tutta l’emozione Youngtimer

Modena, 5 luglio 2021 – Dal 2 al 4 Luglio, nel contesto del Motor Valley Fest, si è svolta la prima edizione di Old But G-Old: il grande evento dedicato alla crescente passione Youngtimer. Per celebrare l’occasione, Canossa Events e FastCarsSlowFoodTT hanno creato un itinerario di guida e pensato ad un’esperienza on the road per vivere al meglio l’unicità delle vetture protagoniste del viaggio. Un’esperienza driving memorabile, fatta di percorsi panoramici tra le colline della Terra dei Motori, prove in circuito, parate ed esposizioni, ma anche sapori tradizionali tipici della cucina emiliana e momenti elettrizzanti per vivere tutte le potenzialità delle vetture al centro dell’avventura.
Nel contesto dell’esperienza, per rendere omaggio a G-Old, hanno preso parte anche diverse Ferrari ed altre Supercar: vetture eccezionali ed uniche in tutta la loro bellezza

Il percorso
Venerdì 2 Luglio è iniziata l’esperienza Old But G-Old, o più semplicemente G-Old, il cui cuore pulsante della prima giornata è stato il celebre Autodromo di Varano de’ Melegari, immerso nelle colline parmensi. I partecipanti sono stati accolti da uno splendente sole che li ha accompagnati lungo tutta la giornata. All’arrivo, dopo gli accrediti e il briefing piloti, gli equipaggi hanno subito iniziato a testare le proprie capacità al volante attraverso una serie di adrenaliniche prove di precisione e di abilità nella zona antistante i paddock. Terminati i giri cronometrati, ha avuto luogo l’attesa parata in circuito: un’occasione unica ed emozionante che ha visto un centinaio di Youngtimer in pista in contemporanea… Uno spettacolo indimenticabile per i protagonisti dell’esperienza, ma anche per il pubblico presente. Le Youngtimer sono infatti veri simboli del futuro del collezionismo, e vederle sfilare insieme ad altre supercar è stata un’emozione. Una volta conclusasi l’attività in autodromo, gli equipaggi si sono rilassati per il pranzo nell’incantevole cornice della Fondazione Magnani Rocca, La Villa dei Capolavori di Mamiano che ospita la prestigiosa collezione di opere d’arte contemporanee di Luigi Magnani. L’itinerario di guida è poi ripartito e i partecipanti si sono immersi nel celebre percorso panoramico della Mille Miglia, caratterizzato dalle dolci colline modenesi e dagli scorci sugli storici castelli del Ducato parmense. La giornata si è poi conclusa nella città di Modena, centro nevralgico del Motor Valley Fest. La serata si è svolta nel centro della città, dove i partecipanti hanno potuto degustare così le prelibatezze culinarie della cucina Emiliana.

La seconda giornata di guida, svoltasi sabato 3 Luglio, ha portato gli equipaggi prima tra i tornanti delle colline modenesi e poi nel cuore di Modena nel cuore di Modena per partecipare alle numerose celebrazioni del Motor Valley Fest. Un festival unico nel suo genere, totalmente dedicato all’eccellenza della tradizione motoristica che, anche per la terza edizione, ha avuto come cuore pulsante la città con la Ghirlandina.
Dopo essere partiti dall’hotel, i partecipanti hanno guidato nell’entroterra modenese passando per Baggiovara, Castelnuovo Rangone, Vignola e Guglia. A Zocca si è svolto un piccolo coffee break e poi l’itinerario tra le colline dorate è proseguito fino a raggiungere la location del pranzo. Terminata la pausa nelle vallate di Pavullo nel Frignano, le Youngtimer sono partite nuovamente alla volta di Modena. Nella capitale dei motori sono state scortate dalla polizia per le vie del centro e sono poi state esposte in Largo Sant’Agostino per essere ammirate dal numeroso pubblico presente. Gli equipaggi hanno così colto l’occasione per visitare i numerosi stand con le esposizioni dei gioielli delle principali case delle due e delle quattro ruote più importanti al mondo. Per celebrare la passione per i motori, le vetture G-Old hanno infine preso parte alla parata celebrativa nel circuito cittadino Novi Sad, appositamente allestito per l’occasione. L’emozionante giornata non poteva che concludersi nell’incantevole e romantica cornice di Piazza Roma con una rilassante cena tradizionale.

Domenica 4 Luglio, la terza ed ultima giornata di guida, con la partenza dall’Autodromo di Modena a Marzaglia. Dopo il briefing, sono iniziati gli attesi giri cronometrati in pista dove i piloti hanno potuto dare il meglio di sé e sprigionare tutta la potenza delle affascinanti Youngtimer. Il convoglio è poi ripartito alla volta dell’antico borgo di Castelvetro per un breve aperitivo prima del pranzo. Le vetture hanno quindi raggiunto l’incantevole borgo antico e sono state esposte in Piazza Roma, meglio nota come “Piazza della Dama” per la pavimentazione a scacchi bianchi e neri, poi la carovana si è diretta verso Maranello. L’arrivo finale di G-Old si è svolto a Formigine, all’ombra delle torri dell’antico castello medievale. In questo contesto, i partecipanti hanno pranzato all’aperto e hanno assistito alle premiazioni conclusive, presentate da Tomaso Trussardi, co-organizzatore dell’evento.

Le premiazioni
Nella sua prima edizione, G-Old è stata un’esperienza di guida avvincente ed emozionante, che ha permesso di condividere con gli aficionados del settore la passione Youngtimer. Numerosi sono stati i premi attribuiti. Il premio Autodromo di Varano per “Il miglior giro di regolarità” è andato a Paolo Mazzotti e a Maurizio Molteni insieme a Matteo Bodini nella sezione supercar. Il premio Autodromo di Modena come “Il miglio giro di regolarità” è andato a Adriano Crotti, mentre il premio per la sezione supercar è stato assegnato a Ammar Alkadi e Giulia Cirinà. Diversi sono stati i Golden Drivers premiati durante il percorso di guida in qualità di “Miglior classificato prove di abilità”, come Himara Bottini e Rosemary Boscardin per le Youngtimer e Nicola Faccin ed Elena Becchetti per la sezione supercar. Nella stessa categoria sono stati premiati anche Paolo e Tommaso Trasi. Non è mancato il premio speciale “Best of Show”, vinto da Marco Scotti a bordo della sua meravigliosa Mercedes 500E.

Canossa e Old But G-Old: i ringraziamenti
Emozione è stata la parola chiave dell’esperienza G-Old, che ha portato i partecipanti a scoprire e vivere con passione le proprie vetture: auto intramontabili, che stanno acquistando sempre più valore e interesse nel mondo degli appassionati del settore. Una sfida importante, che ha portato Canossa Events ad innovarsi ancora una volta e ad approdare così nel mondo Youngtimer, sempre con l’assoluta e consueta attenzione ai dettagli, marchio distintivo dell’azienda. In poche parole: un’esperienza inimitabile e fortemente innovativa. Per questo motivo Canossa desidera ringraziare FastCarsSlowFoodTT per la proficua collaborazione nella realizzazione dell’evento. Si ringrazia calorosamente BMW Italia, main sponsor dell’evento ed official car, per il prezioso supporto dato e per la partecipazione dei tanti appassionati del marchio durante il raduno e le attività in pista presso l‘Autodromo di Varano. Preziosa è stata anche la presenza di Pirelli, partner dell’esperienza di guida. Grazie anche a tutti i media partners.
Un grazie speciale va a tutte le istituzioni che ci hanno supportato. Riportiamo con piacere, a nome di tutti, le parole dell’Assessore al Turismo ed Eventi del comune di Formigine Corrado Bizzini: “Diamo il benvenuto a Canossa Events, che ha portato questo meraviglioso evento a Formigine. Per la prima volta abbiamo qui G-Old in collaborazione con FastCarsSlowFoodTT, ci fa piacere e speriamo di riavervi presto”.

crediti fotografici: Courtesy of Canossa Events

 

 

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: