‘Signora best seller’ annuncia, in cantiere una nuova storia

 

 

“Sì, è finita, la saga dei Florio è finita. All’inizio è stato pesante staccarmene, ho fatto una telefonata piangendo, la persona che ho chiamato si è preoccupata, ‘ho finito il romanzo’ ho detto singhiozzando.

Ora la sensazione è diversa, sono triste come quando si lascia la scuola, ti stacchi dalla vita di prima, da una quotidianità, ma sai che è una tappa necessaria e poi c’è l’Università. Ecco: ho fatto l’esame di maturità, ora mi aspetta l’Università”.

Stefania Auci è protagonista al Salone del Libro dove torna con i Leoni.
Non potrebbe essere diversamente visto il successo del libro I leoni di Sicilia e poi del secondo volume, L’inverno dei leoni, entrambi usciti per Nord. I due volumi hanno sbancato le librerie con centinaia di migliaia di copie vendute in tutto il mondo: I leoni di Sicilia, tradotto in 32 Paesi, è stato più di 100 settimane in classifica. E L’inverno dei leoni, che la scrittrice presenta nella sala Oro, è primo tra i libri più venduti nei primi nove mesi di quest’anno, come comunicato dall’Aie.
La storia è quella dei Fiorio, emigranti calabresi che sbarcano a Palermo alla fine del Settecento e costruiscono un florido impero commerciale. Il secondo volume racconta il declino della famiglia. “Scrivere è una magia. Un miracolo che si ripete ogni giorno e che mi ha salvato la vita. Quando si scrive, cominci a pensare, a immaginare. La scrittura è tua ed io scrivo per questo”, spiega Auci che non riesce a nascondere la commozione.
“Non mi aspettavo questo successo – ammette la Valerie Perrin italiana, applaudita dal pubblico in sala -. Sono rimasta la stessa di sempre. Non puoi sapere come sarà tuo figlio, come sarà la sua vita. È lo stesso quando tagli il cordone ombelicale con un libro, non sai come sarà accolto, se piacerà. Devo ringraziare non solo la casa editrice, ma la distribuzione e i librai. In particolare Fabrizio Piazza, il libraio per eccellenza”. Ora l’attesa del lettori è per il nuovo libro che Stefania Auci ha in cantiere: ambientato a Palermo, è il racconto di un fatto realmente accaduto. (ANSA).

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: