Un altro “regalino” economico alle scuole private di Parma

 

 

Un altro “regalino” a spese dei contribuenti è stato dato ai proprietari delle scuole private, il cadeau questa volta è stato previsto dal decreto “sostegni bis”: sembra una provocazione procedere ad un’ulteriore elargizione  di danari pubblici a dei privati mentre è in atto uno stato di agitazione dei docenti della Scuola Statale che rivendicano incrementi stipendiali, sono i peggio pagati d’Europa nonostante il nostro Paese è quello che eroga un maggior numero di giorni di lezione in tutta l’Ue. Questa volta, oltre a quanto già incassato nei mesi scorsi, i proprietari delle scuole non statali piacentine riceveranno, complessivamente, circa 150 000 euro quelli parmensi quasi 700.000 euro. Salvatore Pizzo, coordinatore della Gilda degli Insegnanti – Gilda Unams di Parma e Piacenza, fa notare: “Per l’ennesima volta la politica umilia gli insegnanti,   non riesce a garantirne la stabilità eliminando il precariato, nulla viene fatto per avere classi meno numerose e urge una mobilità liberata dai vincoli e pienamente contrattualizzata e retribuzioni adeguate”.

I link ufficiali con il riparto delle somme

https://www.istruzioneer.gov.it/2021/11/18/piano-di-riparto-risorse-decreto-sostegni-bis-scuole-dellinfanzia-paritarie/

https://www.istruzioneer.gov.it/2021/11/18/piano-di-riparto-risorse-decreto-sostegni-bis-scuole-paritarie/

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: