Avrebbe violato le regole su noleggio e acquisto di elicotteri

 

RANGOON, 15 GEN – La giunta militare al potere in Birmania torna all’attacco della ex leader e premio Nobel Aung San Suu Kyi, già condannata a sei anni di detenzione, contro la quale adesso spicca cinque muovi capi d’accusa legati al noleggio e all’acquisto di un elicottero.

Lo ha appreso la Afp da fonti informate.

Stando ai media ufficiali, San Suu Kyi è accusata di aver provocato una perdita finanziaria allo Stato birmano violando le regole relative proprio al noleggio e all’acquisto di elicotteri. Anche l’ex presidente della Repubblica, Win Myint, è stato colpito dalle stesse accuse. (ANSA).

 

     

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Lascia una Replica

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: