Bloccati 172 oggetti in avorio del valore di oltre 200.000 euro

 

 

Sequestrati dai Carabinieri Forestali del nucleo Cites di Modena, 172 oggetti in avorio del valore stimato superiore ai 200.000.

La confisca risale allo scorso 18 marzo ed è avvenuta nel corso di un controllo condotto dai militari durante la rassegna ‘Mercanteinfiera’ a Parma e finalizzato al contrasto del commercio illecito di avorio.

Nel corso dell’operazione, sono state denunciate 11 persone.

Tra i beni sequestrati spiccano uno scettro ecclesiastico intarsiato in vendita a 40.000 euro, marotte da giullare a 15.000 euro, un pettine lavorato a 4.000 euro, una zanna lavorata a 15.000 euro oltre a numerose sculture in avorio, crocifissi e oggetti di vario genere per valori dai 100 euro a oltre 6.000. Dagli accertamenti è emerso come i pezzi d’antiquariato sequestrati, ottenuti dalle zanne di elefante, sarebbero tutti privi della documentazione necessaria per la detenzione e la vendita, L’avorio è sottoposto alla tutela di Cites, la Convenzione di Washington che disciplina il commercio internazionale di specie di fauna e flora selvatiche minacciate di estinzione la cui messa in vendita senza la prescritta documentazione Cites configura un’ipotesi di reato. (ANSA).

     

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Lascia una Replica

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.