Il tema sarà trattato nell’udienza pubblica del 26 aprile

 

E’ legittima l’automatica acquisizione del cognome paterno, in mancanza di accordo tra i genitori, per i figli nati fuori dal matrimonio?

E’ l’interrogativo che si appresta a sciogliere la Corte costituzionale.

Sollecitata a intervenire sul tema del cognome dei figli dal tribunale di Bolzano e dalla Corte d’appello di Potenza, la Corte ha sollevato dinanzi a se stessa questione di legittimità costituzionale dell’articolo 262, primo comma, del codice civile, ritenendo che l’automatica acquisizione del cognome paterno, anziché dei cognomi di entrambi i genitori, sia in contrasto con gli articoli 2, 3 e 117, primo comma, della Costituzione, quest’ultimo in relazione agli articoli 8 e 14 della Carta europea dei diritti dell’uomo.

La questione è tra i temi in discussione nell’udienza pubblica del 26 aprile prossimo.

 

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *