La candidata sindaca di Parma Città Pubblica, Roberta Roberti, commenta l’annuncio, avvenuto questa mattina,  sulla sottoscrizione dell’accordo di collaborazione tra Comune di Parma, Regione Emilia Romagna, Provincia a Autorità di Bacino Distrettuale del Fiume Po.

“Un ennesimo annuncio di una cosa già definita da tempo. Un ennesimo evento pubblico a sfondo propagandistico della giunta uscente. Un accordo sul Ponte Nord preso tempo fa da Comune, provincia, regione e Aipo per ovviare a questo colossale errore (o orrore?) particolarmente indigeribile ai cittadini. Un’opera frutto della gestione folle dell’edilizia pubblica a Parma in epoca ubaldiana. Un mostro costato 25 milioni di euro e mai finito. Quanti soldi costerà ancora? E una volta finito quanto costerà riscaldare e raffreddare gli ambienti vista la struttura?”.

“Visto che il mostro esiste e che lo stato di degrado di questi anni è stato inesorabile (per quanti anni ancora resterà così visti i tempi per renderlo fruibile?), sono contenta che la destinazione finale sia per un ente così prestigioso e importante come l’Autorità di Bacino affiancato da un Museo delle Acque. E’ importante, anche, che tutto il piano terra della struttura possa essere adibito a eventi pubblici quindi a disposizione dei cittadini”.

“L’amministrazione uscente continua a fare annunci per il futuro con impegni economici definiti che dimostrano come non ci sia alcuna volontà di discontinuità rispetto agli ultimi 10 anni con l’imbarazzante silenzio del partner elettorale più importante, cioè il PD, che sembra non avere opinioni su niente, lasciando Bonaccini a definire il programma elettorale del candidato Guerra”.

“Dov’è il PD con le proposte concrete sulla città che possano garantire un nuovo corso e non la ripresa della linea di governo della città di Pizzarotti?”.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.