Un riconoscimento per la digitalizzazione dei processi di produzione del Parmigiano Reggiano e per gli impianti fotovoltaici.

 

 

Ha vinto il premio AgriManager 2021 per l’innovazione, il caseificio Parma2064 della Società Cooperativa Agrinascente. La cooperativa unisce dal 2014 cinque aziende agricole per produrre il re dei formaggi, nella la Food Valley italiana, in Emilia, proprio nel cuore dell’area DOP del Parmigiano Reggiano. Il 29 marzo 2022 a Fidenza (PR) si è svolta la cerimonia di premiazione che ha incoronato Parma2064 per il lavoro di digitalizzazione dei processi di produzione del Parmigiano Reggiano e per la realizzazione di impianti fotovoltaici utilizzati per il funzionamento del caseificio e l’alimentazione delle auto aziendali. Il premio, che è stato messo in palio da Emil Banca, promotrice da sette anni, dell’iniziativa insieme ad Agri2000, per sostenere la crescita dell’agricoltura migliorando la gestione imprenditoriale di tante piccole imprese del territorio, consiste in 1000 euro che la cooperativa, a sua volta devolverà a “Insieme Società Coop. Sociale”, ente del terzo settore operante sul territorio, convertendone il valore, in prodotto Parmigiano Reggiano Parma2064.

 

Parma2064 – Motivazione premio

 

 

A consegnare il premio a Giacomo Ramelli, presidente di Parma2064, è stato Daniele Ravaglia, direttore generale di Emil Banca, insieme a Camillo Gardini, presidente di Agri2000, alla presenza di Andrea Massari, sindaco di Fidenza e presidente della Provincia di Parma. Era presente anche Matteo Ghillani, presidente della Coop.va Insieme, beneficiaria finale del premio. Anche il gruppo dei giovani di Parma2064 ha partecipato all’evento.
L’edizione 2021, dedicata alle innovazioni per la transizione ecologica, ha visto partecipare al progetto 1425 aziende agricole e circa 14mila agricoltori di tutta la regione Emilia Romagna. Tra queste, ne sono state selezionate cinque a cui è andato il premio per l’innovazione. Emil Banca ha acquistato mille euro di prodotti da ognuna delle cinque aziende premiate, per poi donarli alle cooperative sociali che sui vari territori si occupano di solidarietà.
«Questo riconoscimento è un’ulteriore spinta per Parma2064, nell’impegno intrapreso da tempo a sostegno di un’economia circolare, che possa conciliare innovazioni tecnologiche e processi produttivi tradizionali», ha sottolineato Giacomo Ramelli, presidente di Parma2064.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.