VOLGARE ILLUSTRE

Ragionamenti sulla Lingua

 

DUE GIORNATE DI STUDI CON LINGUISTI, ARTISTI E INTELLETTUALI A CONCLUSIONE DI UN’INDAGINE SU LINGUA, CIVILTÀ E POLITICA CHE HA MESSO IN RETE OLTRE 600 STUDENTI E DOCENTI DI 23 LICEI CLASSICI DI TUTTA ITALIA CON LA SUPERVISIONE DI QUATTRO ESPERTI.

AL TEATRO DUE DI PARMA, CHE HA IDEATO E REALIZZATO IL PROGETTO, LECTIONES, CONVERSAZIONI E SPETTACOLI PER APPROFONDIRE E AFFINARE UN PERCORSO DI FORMAZIONE PIONIERISTICO CHE PER QUATTRO MESI HA IMPEGNATO INTELLETTUALI, DOCENTI E STUDENTI E CHE INVESTIGA PROSPETTIVE E RIFRAZIONI DELLA LINGUA ITALIANA FRA I PIÙ GIOVANI.

IN DIRETTA SU RAI CULTURA.

 

 

Qual è lo stato di salute dei dialetti italiani oggi? I giovani li conoscono, li parlano?

Da Aldo Moro a Matteo Salvini cosa è cambiato nel Linguaggio politico?

È vero che l’uso dei social sta modificando la lingua? L’uso che si fa della lingua è sessista?

Queste e altre domande saranno il fulcro del mini festival dedicato alla lingua italiana che Fondazione Teatro Due ha organizzato il 14 e 15 maggio a conclusione del progetto di formazione nazionale Volgare Illustre – Rəgionamenti sulla Lingua.

Il progetto ha riunito un gruppo di studiosi e li ha messi a contatto, per quattro mesi, da gennaio ad aprile, con classi liceali sparse in tutte le regioni d’Italia e con i rispettivi docenti, per riflettere e per lavorare su quattro temi che riguardano la lingua e la società.

Referente scientifico del progetto è Luca Serianni, Professore Emerito di Storia della Lingua Italiana nell’Università “La Sapienza” di Roma, socio nazionale dell’Accademia dei Lincei, della Crusca, dell’Arcadia e dell’Accademia delle Scienze di Torino, mentre l’ideazione e l’organizzazione sono di Fondazione Teatro Due di Parma, in collaborazione con il Liceo Classico e Linguistico Gian Domenico Romagnosi di Parma e con la Rete Nazionale dei Licei Classici.

 

Lo stesso Luca Serianni insieme a Giuseppe Antonelli, Alessandro Bergonzoni, Michele Cortelazzo, Paola Di Nicola, Oberdan Forlenza, Antonio Gnoli, Gianluca Lauta, Lorenzo Ottolenghi, Cecilia Robustelli e Pietro Trifone saranno i protagonisti delle lectiones e delle conversazioni che compongono il programma di queste due giornate di approfondimento aperte al pubblico, alle quali partecipano anche le delegazioni dei licei di tutta Italia che hanno preso parte al progetto.

La Lingua è lo strumento primario per gli Artisti del Teatro, la cellula madre per la vita scenica dell’attore. Inevitabile è quindi che a dare avvio a questo programma, sabato 14 maggio alle ore 15.00 dopo un messaggio del Ministro Bianchi, sia un ragionamento su Lingua e Teatro a cura del Prof. Pietro Trifone, Ordinario di Linguistica italiana nell’Università di Roma Tor Vergata. Il tema sarà arricchito da un incontro con Alessandro Bergonzoni, funambolo della parola, maestro del pensiero iperbolico e vertiginoso, tradotto in spettacoli di grande successo, come Trascendi e Sali, in scena per il pubblico presente alle ore 21.00.

Il Prof. Luca Serianni, in conversazione con il giornalista Antonio Gnoli, condurrà alla scoperta di quale sia il rapporto fra Lingua e Dialetto e della percezione che possiamo averne oggi.

La relazione fra Lingua e Politica, di bruciante attualità, sarà l’oggetto della conversazione del Prof. Michele Cortelazzo e di Oberdan Forlenza, Consigliere di Stato, magistrato e Presidente di Fondazione Teatro Due, un dialogo intorno ai cambiamenti linguistici dei politici e al ruolo della parola come arma per l’affermazione ideologica.

 

Al rapporto tra Lingua e Genere sarà dedicata la conversazione della Prof.ssa Cecilia Robustelli con la magistrata e scrittrice Paola Di Nicola, per una disanima a livello linguistico del sessismo che ci gira intorno, che aprirà la giornata di domenica 15 maggio alle ore 9.30.

Al tema Lingua e Cittadinanza è dedicato il contributo del Prof. Giuseppe Antonelli, Ordinario presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Pavia.

Il Prof. Gianluca Lauta e Lorenzo Ottolenghi, vice direttore di Rai Cultura ed Educational, converseranno intorno a Lingua e Tecnologia, aiutandoci a capire i cambiamenti che scaturiscono dall’uso dei social.

Il programma sarà arricchito da letture a cura di Cristina Cattellani, Laura Cleri, Stefano Guerrieri e Massimiliano Sbarsi.

Media Partner delle Giornate di Studi è Rai Cultura, che trasmetterà gli incontri in diretta.

 

 

 

PROGRAMMA

 

 

Sabato 14 maggio ore 15.00

 

Saluti Istituzionali con un messaggio di Patrizio Bianchi, Ministro dell’Istruzione

 

LINGUA E TEATRO – Prof. Pietro Trifone

 

LINGUA E DIALETTO – Prof. Luca Serianni in dialogo con Dott. Antonio Gnoli

 

LINGUA E POLITICA – Prof. Michele Cortelazzo in dialogo con Prof. Oberdan Forlenza

 

Intervento di Alessandro Bergonzoni

 

Ore 19.00 Conclusioni

 

Ore 21.00 Trascendi e Sali

di e con Alessandro Bergonzoni

                  regia Alessandro Bergonzoni e Riccardo Rodolfi

 

 

Domenica 15 maggio ore 9.30

 

Inizio Lavori

 

LINGUA E GENERE – Prof.ssa Cecilia Robustelli in dialogo con Dott.ssa Paola Di Nicola

 

LINGUA E CITTADINANZA – Prof. Giuseppe Antonelli

 

LINGUA E TECNOLOGIA – Prof. Gianluca Lauta in dialogo con Dott. Lorenzo Ottolenghi

 

Ore 13.15: Conclusioni

 

 

Gli incontri sono ad ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibili con prenotazione a: biglietteria@teatrodue.org o Tel.0521 230242

www.teatrodue.org

 

 

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.