Gli allievi del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma mettono in scena il primo atto e la fuga finale dell’opera di Giuseppe Verdi, giovedì 16 giugno alle 17.00 e alle 18.30, nell’Auditorium del Carmine. Ingresso libero

<Tutto nel mondo è burla>. Il sorriso un po’ amaro di <Falstaff>, ultimo capolavoro consegnato al pubblico da Giuseppe Verdi, viene interpretato dagli allievi del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma preparati dai docenti Giuliana Panza e Stefano Giannini. Aperte gratuitamente al pubblico, le due recite si terranno giovedì 16 giugno alle 17.00 e alle 18.30 nell’Auditorium del Carmine: il primo atto e la celebre fuga finale verranno proposti in forma concerto, con accompagnamento al pianoforte e con l’aggiunta di alcuni movimenti scenici.

Le due recite consentiranno il mettersi alla prova di un doppio cast: Gianandrea Navacchia (Falstaff), Margarita Altunina e Oksana Li (Alice Ford), Kim SeoYoung e Io Koutsothodorou (Nannetta), Liu HongYi (Mrs. Quickly), Lu WeiYi e Victoria Vasquez Jurado (Meg Page), Chen ZiZhao (Bardolfo), Cho YongHoon (Pistola), Simone Fenotti e ChuanSong Sun (Dr. Cajus), Kim BoWoo e Zhuo LiTai (Fenton), Lee KangHo e Takeshi Sawachi (Ford), Daniel Ruiz e Vakhtang Zaalishvili (pianoforte).

L’ingresso è libero e gratuito. Per informazioni: www.conservatorio.pr.it.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.