‘Rinnovamento diffuso degli edifici senza precedenti’. La costruzione di nuovi edifici scolastici è una delle sei linee di investimento per le infrastrutture scolastiche per le quali il Pnrr stanzia un totale di 12,1 miliardi

 

 

Il ministero dell’Istruzione ha pubblicato il bando di concorso per la progettazione di 212 nuove scuole, un obiettivo del Pnrr, “che porterà a un rinnovamento diffuso degli edifici scolastici senza precedenti nella recente esperienza italiana: migliaia di studenti potranno beneficiare degli interventi che riguardano le scuole previsti nel Pnrr”.

“Grazie a un investimento di 1,189 miliardi ogni Regione e Provincia autonoma verranno dotate di una nuova architettura scolastica, che sarà poi di ispirazione per tutte le nuove costruzioni”. 

Il concorso, indetto mediante l’utilizzo della piattaforma concorsi del Consiglio nazionale degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori, si rivolge a ingegneri e architetti iscritti ai rispettivi ordini professionali.

Le proposte ideative, che dovranno pervenire entro il 3, 4 o 5 agosto (a seconda della zona geografica), dovranno prevedere la realizzazione di scuole altamente sostenibili, inclusive, accessibili e capaci di garantire una didattica moderna e una piena fruibilità degli ambienti, anche attraverso il potenziamento degli impianti sportivi. Le linee guida sono state preparate da un gruppo di lavoro composta da architetti come Renzo Piano e Stefano Boeri. Sono previste due fasi: 1. Durante la prima fase verranno elaborate (entro il 3, 4 o 5 agosto) le proposte ideative per la costruzione delle nuove scuole connesse a una o più aree tra le 212 già individuate (la graduatoria è stata presentata il 6 maggio). Le commissioni giudicatrici sceglieranno, per ciascuna area, le migliori cinque proposte, che accederanno così alla fase successiva. 2. La seconda fase prevede la realizzazione di progetti di fattibilità tecnica ed economica (con invio entro il 28 ottobre). A valutare i progetti saranno fino a un massimo di 20 commissioni. Il progetto migliore per ciascuna delle 212 aree riceverà un premio e diventerà di proprietà degli enti locali beneficiari che provvederanno ad affidare le fasi successive della progettazione e i lavori. Una volta terminato il concorso e selezionato il progetto per ogni nuova scuola potranno partire, con la gestione dell’ente locale proprietario, le progettazioni esecutive e i lavori che andranno completati entro il 30 giugno 2026. In totale le scuole innovative finanziate dal Pnrr saranno 213: la costruzione della scuola innovativa di Campo Tures (Bolzano) procederà autonomamente sulla base della normativa della Provincia autonoma di Bolzano.

La costruzione di nuove scuole è una delle sei linee di investimento per le infrastrutture scolastiche per le quali il Pnrr stanzia un totale di 12,1 miliardi. Le altre linee riguardano gli asili nido e scuola per l’infanzia, mense, strutture per lo sport, la messa in sicurezza e la Scuola 4.0.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.