Lo ha deciso stamattina il Consiglio provinciale, a maggioranza. Modificato anche il Programma Triennale delle Opere pubbliche. Approvata all’unanimità una mozione per la qualificazione della tratta ferroviaria Brescia – Parma

 

Parma, 21 luglio 2022 – La Provincia mantiene in ordine i propri conti. A causa di minori entrate tributarie per oltre 2 milioni di euro, si è reso necessario un assestamento del Bilancio di previsione 2022-2024, che il Consiglio Provinciale ha approvato nella seduta di stamattina, col voto contrario del gruppo Ipt – Insieme per la Provincia.
La delibera è stata illustrata dal dott. Iuri Menozzi dirigente del Servizio Finanziario.
Si sono verificate anche alcune maggiori entrate: 527 mila euro provenienti dal Contributo energie dal Governo, quasi 700 mila euro per le nuove funzioni delle Province dal passato Decreto aiuti, e 250 mila per maggiori entrate varie.
Si registrano però maggiori spese per quasi 700 mila euro per la gestione calore, mentre sul fronte delle utenze elettriche era stato sottoscritto un contratto a costo fisso, particolarmente favorevole, che ha messo al riparo gli enti dai rincari.
Il saldo negativo di 1,6 milioni di euro viene riequilibrato con l’avanzo 2021.

 

Ma le variazioni principali sono conseguenza della modifica del Programma triennale dei lavori pubblici 2022-2024, illustrato dal dirigente ing. Monteverdi e dal Delegato Giovanni Bertocchi, con l’astensione del Gruppo Ipt – Insieme per la Provincia.
La modifica si è resa necessaria a causa del recente aumento spropositato di alcune materie prime necessarie per completare le infrastrutture, che ha causato problemi alle imprese e agli enti. Tra le opere che fanno registrare gli aumenti maggiori, il Ponte della Castellina a Soragna. E’ stato accolto il suggerimento del Ministero di sacrificare alcuni progetti per concludere gli altri. Si è quindi ricalibrato il Programma Triennale e si è deciso che alcuni lavori, i meno urgenti, siano riprogrammati ricorrendo a mutui come nuove fonti di finanziamento, per 4,8 milioni di euro.

 

Il Consiglio ha poi accolto all’unanimità la donazione di due celle frigorifere da parte della ditta Frigomeccanica Spa, che  ha deciso così di contribuire così al progetto Progetto Accademy Prosciutto di Parma di Langhirano. In questo modo si va a realizzare un prosciuttificio in miniatura, necessario alla formazione dei nuovi operatori del settore. Il provvedimento è stato illustrato dall’ing. Paola Cassinelli. Il Consiglio ha ringraziato la ditta donatrice.
In apertura di seduta il Consiglio provinciale aveva anche approvato all’unanimità una mozione per la riqualificazione della tratta ferroviaria Brescia – Parma, presentata dal Gruppo “Parma Provincia Unita” e illustrata dal Consigliere Cesari. Si tratta di una tratta fondamentale per il collegamento tra Emilia – Romagna e Lombardia, ma abbandonata da decenni, con passaggi a livello che hanno tempi di chiusura insostenibili, con grandi disagi per i passeggeri, in gran parte lavoratori e studenti. La tratta interessa tre comuni del Parmense – Colorno, Torrile, Parma – e due Regioni. Il Consiglio chiederà al Ministero l’elettrificazione completa della Brescia – Parma e invierà la mozione le Province di Cremona, Mantova, Brescia, alle Regioni Emilia – Romagna e Lombardia.
La registrazione della seduta è disponibile sul canale istituzionale youtube della Provincia di Parma, al link https://www.youtube.com/channel/UCryi2ddrmGQjyneG57hRf0g

Foto: momenti della seduta

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.