Scampato pericolo! Il Nord Stream, il gasdotto più importante d’Europa tra Russia e Germania, riapre dopo una chiusura dovuta ad una riparazione straordinaria. Tale chiusura però pareva piuttosto ingiustificata dagli esperti e dai tecnici delle aziende che utilizzano il gas del gasdotto stesso e poteva essere utilizzata come scusante per una chiusura definitiva.

Il gasdotto era stato chiuso l’11 Luglio, in seguito agli ultimi e, ormai tipici, scambi di minacce tra i membri dell’Unione Europea e la Russia, ed è stato riaperto oggi, alle 6 di mattina (fuso orario italiano) dopo 10 giorni di lavori. 

Tale notizia ha fatto tirare un sospiro di sollievo a tutti i governi degli stati europei che avevano già previsto una chiusura definitiva del gasdotto, costringendo l’Europa ad un peggioramento ulteriore della crisi energetica.

Il livello di fornitura è tornato allo stesso livello pre-chiusura, nonostante questo significhi comunque un livello di molto inferiore rispetto alle capacità dell’impianto, ad oggi circa un 40% del possibile totale a causa delle tensioni diplomatiche.

A seguito di questa notizia sono seguiti però avvertimenti e allarmismi dell’Unione Europea che non può permettersi al momento ulteriori sviluppi negativi come quello che si era prospettato fino ad oggi.

Ursula Von Der Leyen chiede di aumentare gli stock nazionali di gas e avverte che l’Unione si farà trovare pronta a qualsiasi evenienza, anche di fronte alla diminuzione del PIL comunitario che potrebbe essere causato quest’inverno dalla scarsità del gas russo. Gli esperti prevedono infatti una diminuzione che va dal 0,9% all’1,5%. 

Nonostante ciò a fronte della riapertura del gasdotto, il prezzo del gas nella borsa di Amsterdam ha aperto oggi a circa 150€ al megawattora per poi scendere nel corso della giornata di oggi. 

Anche l’italia può sorridere oggi  perché ha visto in data odierna aumentare le forniture giornaliere del gas russo del 71% rispetto ai giorni scorsi, passando dai circa 21 milioni di m3 della scorsa settimana ai 36 milioni di m3 della giornata odierna. Un’ ottima notizia per le nostre scorte di gas per i mesi futuri.

 

Fonte: https://www.prontobolletta.it

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.