PROCEDE SPEDITO IL PROGRAMMA DI
SUMMERTIME IN JAZZ 2022
25 luglio ore 21:30
Max De Aloe Quartet
piazza del Municipio, Castell’Arquato
In collaborazione con il Comune e la Proloco di Castell’Arquato

Max De Aloe Quartet nel segno di Puccini

Per l’appuntamento, sempre molto suggestivo, nel borgo medievale di Castell’Arquato, quest’anno gli organizzatori di Summertime in Jazz hanno voluto rendere omaggio alla forte impronta lirica che il borgo della Val d’Arda ha acquisito in particolare grazie al Premio Illica, che lì vi si tiene a partire dal 1961, in onore della figura di Luigi Illica, un’eccellenza italiana e cosmopolita nella librettistica d’opera. Tra gli altri suoi numerosi lavori, Illica divenne particolarmente celebre grazie alla stretta collaborazione con Giacomo Puccini, di cui scrisse, insieme a Giuseppe Giacosa, i libretti, tra gli altri, di Bohème, Tosca e Madama Butterfly. E al compositore toscano è dedicato il repertorio con il quale si cimenterà, lunedì 25 luglio alle ore 21:30, nella piazza del Municipio, il quintetto capitanato dall’armonicista Max De Aloe.

La rassegna è organizzata dall’associazione Piacenza Jazz Club grazie al contributo fondamentale della Fondazione di Piacenza e Vigevano, della Regione Emilia-Romagna e di tutti i Comuni e le Proloco coinvolte. Il concerto è a ingresso gratuito senza possibilità di prenotazione del posto.

Un concerto che si preannuncia estremamente piacevole e interessante, quello dell’armonicista Max De Aloe, incentrato sulla rivisitazione delle più famose arie d’opera pucciniane, ma non solo.

Un progetto di commistione che potrebbe lasciare perplessi sia i melomani più radicali, sia gli appassionati di jazz “tout court”, ma che in realtà affronta la musica operistica con rispetto e con una miscela di modernità e passione che affascina e incanta grazie anche a un originale stile musicale che da anni contraddistingue i progetti di Max De Aloe, che spesso riescono ad avvicinare e coinvolgere anche un pubblico di non appassionati.

In prima battuta, la proposta “Puccini, lirico incanto”, potrebbe risultare ambiziosa, quasi pretenziosa, se ci si limitasse a scorrere l’elenco delle opere da cui sono tratti i brani, che toccano anche autori come Leoncavallo e Verdi. Già dalle prime note del concerto, però, ogni pregiudizio viene cancellato dall’originalità degli arrangiamenti e dal talento dei quattro artisti che riescono a creare un suono squisitamente “lirico” e poetico, ad accompagnarci dentro atmosfere romantiche che ognuno di noi, almeno una volta nella vita, ha vissuto ascoltando magari un frammento della Tosca, della Bohéme o di Madama Butterfly. Musica immortale e di profondo spessore, che proprio per questo si presta ad essere “rivissuta” da angolazioni differenti, senza per questo perdere la potenza espressiva e comunicativa.

Completano l’ensemble Roberto Olzer al pianoforte, Marco Mistrangelo al contrabbasso e Nicola Stranieri alla batteria.

Max De Aloe è stato definito dalla rivista “Jazz Magazine” <<l’armonicista italiano più richiesto ed attivo>>, mentre nel prestigioso sito Hollywood-Miyuki di Tokyo il musicista italiano è annoverato tra i venticinque armonicisti jazz più significativi a livello mondiale. Nel suo carnet al momento si contano sette album all’attivo come leader e oltre quindici come ospite, ma anche spettacoli in solo, oltre a realizzazioni di colonne sonore per spettacoli teatrali e documentari.

 

27 luglio ore 21:30
Bandakadabra
piazza Trento, Travo
In collaborazione con il Comune di Travo

BANDAKADABRA: L’ORCHESTRA DA PASSEGGIO CHE FA SPETTACOLO

 

Nel programma di Summertime in Jazz la data di mercoledì 27 luglio a Travo spicca come un’occasione da non perdere per chi vuole divertirsi e lasciarsi trascinare da un vero e proprio “show”. Al centro della scena sarà la band dei Bandakabra, nove elementi dall’energia contagiosa che si aggireranno prima per le strade del centro paese, per finire poi il loro concerto sul palco di piazza Trento, dove si svolgerà la seconda e conclusiva parte dello spettacolo di musica e teatro completamente nuovo dal titolo “Ok, Boomer”. Il progetto è nato in collaborazione con Mr T- Bone, storico trombone dei BlueBeaters, oltre che voce strepitosa. Si tratta di una rilettura dei grandi successi internazionali contemporanei in chiave Dixie e Swing Anni Trenta. Dai Daft Punk a Billie Eilish, passando per Bruno Mars e i Nirvana. La volontà è quella di avvicinare i più giovani alle atmosfere del Jazz Old Style e far conoscere agli spettatori più maturi le più recenti produzioni della musica pop. Un’occasione di incontro musicale tra generazioni diverse. Un modo per tenere insieme e incuriosire un pubblico di tutte le età.

 

Il concerto, come tutti quelli della rassegna, è a ingresso gratuito senza possibilità di prenotazione del posto.  La rassegna è organizzata dall’associazione Piacenza Jazz Club grazie al contributo fondamentale della Fondazione di Piacenza e Vigevano, della Regione Emilia-Romagna e di tutti i Comuni e le Proloco coinvolte.

Sette fiati. Due percussioni. Rocksteady, balkan, swing una vera “orchestra da passeggio” che unisce l’energia delle formazioni street al sound delle big band anni Trenta, che sul palco si trasformerà in una swing band d’antan con un leader alla voce e al trombone in “Ok, Boomer”.

Nata a Torino, la Bandakadabra ha saputo compiere negli anni un percorso artistico che l’ha portata a esplorare stili musicali diversi, cercando sempre di proporre arrangiamenti divertenti e originali. Il risultato finale è un repertorio estremamente vario che ammicca ora alle classiche big band, ora alle street band, ora alle fanfare balcaniche, con frequenti incursioni nel Rocksteady, nello Ska e addirittura nel “Drum and Bass”.

Lo spirito è sempre irriverente, perché il tratto principale della band rimane la sua capacità di coinvolgere il pubblico in un dialogo continuo che si ispira all’arte di strada, fatto di sketch comici, improvvisazioni teatrali e balli sfrenati. Capace di unire l’energia delle street band alla precisione musicale dei grandi ensemble di fiati, la Bandakadabra ha iniziato a esibirsi in Italia e all’estero, arrivando in pochi anni a collezionare un numero impressionante di concerti dal vivo.

Di assoluto rilievo anche il livello degli artisti con cui la band ha diviso il palco nel corso degli anni: da Roy Paci a Goran Bregovic, da Vinicio Capossela ai Marta sui Tubi.

Dall’Edinburgh Jazz & Blues Festival a Chalon dans le Rues, passando per Jazz sous le pommiers, l’Udin Jazz e il Premio Tenco, in soli quattro anni la Bandakadabra  si è esibita centinaia di volte in tutta Europa, tra manifestazioni musicali, teatri, rassegne di strada, affermandosi come una realtà artistica unica nel suo genere.

 

Tutte le info in tempo reale su www.summertimejazz.it oppure sui social, la pagina www.facebook/piacenzajazzfest, il profilo Twitter www.twitter/pcjazzclub attraverso l’hashtag #SummertimeInJazz o su Instagram con il profilo del Piacenza Jazz Club.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.