Intersezioni & Next Generation / Parma _ Autunno 2022

rassegna di danza contemporanea ideata da Artemis Danza

 

Venerdì 23 e sabato 24 settembre _ Teatro Europa

Mercoledì 5 ottobre _ Spazio Vetreria _ in collaborazione con Parma360 Festival

Venerdì 7 ottobre _ Galleria San Ludovico_ in collaborazione con Verdi Off

PARMA – Dopo gli appuntamenti estivi, riprende e si conclude con una sezione autunnale, la III edizione di Intersezioni – Incroci di arti performative & NEXT GENERATION/PARMA, rassegna di danza contemporanea ideata dalla Compagnia Artemis Danza, diretta da Monica Casadei, realizzata con il contributo di Fondazione Cariparma e NEXT GENERATION/PARMA, con il sostegno del Comune di Parma e la collaborazione di realtà culturali del territorio. Brevi coreografie di autori, molto diversi tra loro per sensibilità, estetica e corporeità, andranno a comporre le serate mantenendo costante la caratteristica della multidisciplinarità e l’indagine su temi che appartengono al nostro tempo e alla condizione umana.

 

 

Si inizierà con una due giorni al Teatro Europa il 23 e 24 settembre (ingresso 5 €, abbonamento week end 8 €).

Venerdì 23 settembre, alle ore 21, AlphaZTL Compagnia d’Arte Dinamica presenta “Viola(ta)”, una performance di Vito Alfarano che affronta “a viso aperto” la violenza contro le donne e che, proprio per “l’attualità e l’impatto sociale del tema”, gli ha fatto vincere il Premio della Critica 2018 all’International Festival Modern Choreography di Vitebsk in Bielorussia.

 

 

La coreografa Alice Catapano, danzatrice del Nuovo Balletto di Toscana, con “Somnus” tratta il tema del sonno, definito come una periodica sospensione dello stato di coscienza, apparente stato di quiete in cui l’organismo recupera energia, nel quale ogni individuo vive tra sogni, incubi e insonnia.

 

 

Infine la compagnia Motus di Siena presenta “Muri”, una performance di Martina Agricoli, con i danzatori Ilaria Fratantuono e Mattia Solano, che indaga linguaggi gestuali in grado di denunciare la violenza e le discriminazioni di genere attraverso la figura simbolo di Pia de’ Tolomei, descritta da Dante Alighieri nella Divina Commedia.

 

 

Sabato 24 settembre, alle ore 21, Compagnia Excursus presenta “Power Game/Affinità”, coreografia di Ricky Bonavita, anche danzatore insieme a Valerio De Vita: un passo a due maschile, pretesto per un’esplorazione coreografica, tra situazioni ironiche e drammatiche, che traduce i tentativi relazionali tra le persone mediante simboliche lotte tra i performer.

 

 

Compagnia Atacama presenta “La danza della realtà”, coreografia di Patrizia Cavola, che prosegue la ricerca ispirata all’universo di Alejandro Jodorowski, per dare vita a una materia originale in cui tema centrale è la complessità del vivere contemporaneo.

 

 

In “Sulle ali della gravità”, coreografia di Sonia Di Gennaro, con Francesca Gifuni, produzione Movimento Danza, l’energia è compressa in un corpo ancorato in un punto preciso dello spazio. Lo sguardo e il tatto, con un’intensità crescente, guideranno la danzatrice nella creazione di percorsi spaziali e mentali inediti.

 

 

Infine, la Compagnia Create Danza presenterà “Trafitto da un raggio di sole”, coreografia di e con Filippo Stabile, un lavoro introspettivo, a tratti comico e divertente, dove il raggio di sole, metafora di vita e felicità, si trasforma in un’arma, poiché la speranza di appagamento lascia presto il posto alla cocente delusione, in una vita che oscilla come un walzer, tra l’attesa della felicità e il dolore.

ottobre si svolgeranno gli ultimi due appuntamenti a ingresso gratuito. Mercoledì 5 ottobre, alle ore 19, presso lo Spazio Vetreria di via Dalmazia, in collaborazione con Parma360 Festival, saranno presentate due creazioni. In un’atmosfera magica e leggera si ambienta “Soffi d’aria”, coreografie di Silvia Di Stazio e Andrea Brunetto, una performance dinamica e divertente tra danza, arti circensi, giocoleria, coreografie e rou-Cyr sullo sfondo di una mostra dedicata alla velocità e al movimento.

 

 

Ambientato in una balera, dove due sconosciuti si ritrovano a scoprire i risvolti del legame nato tra loro, è “Sin”, coreografia di Mario Coccetti, con Salvatore Sciancalepore e Rocco Suma, una produzione Associazione culturale Cinqueminuti, che mette in scena il sogno di libertà e felicità dell’essere umano in una società rinchiusa in se stessa.

Venerdì 7 ottobre, alle ore 21, alla Galleria San Ludovico, in collaborazione con Verdi OffCamilla Negri presenta “M3”, una creazione ispirata al personaggio shakespeariano di Lady Macbeth, un’abile stratega, senza limiti né scrupoli, che rimarrà imprigionato nella sua stessa trama e per sempre allucinata dalla visione di mani macchiate d’orrore.

Un Omaggio a Traviata rivisitata da Monica Casadei è “Omaggio a Violetta”, un breve assaggio della creazione che ha portato Artemis Danza nel mondo e che il 30 ottobre sarà presentata al Teatro Comunale di Ferrara nella serata evento in cui avverrà anche la prima nazionale di “Corpi violati”.

Per informazioni e prenotazioni

Mob & WhatsApp 3461307815

Email intersezioni@.artemisdanza.com

Fb @intersezioniparma

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.