Lo afferma l’operatore nazionale per l’energia nucleare

 

L’ultimo reattore in funzione nella centrale nucleare di Zaporizhzhia è stato disconnesso dalla rete elettrica ucraina.

Lo afferma su Telegram l’operatore per l’energia nucleare di Kiev, Energoatom.

“Negli ultimi tre giorni, le forze di occupazione russe hanno continuato a bombardare intensivamente l’area intorno alla centrale nucleare di Zaporizhzhia”, afferma Energoatom, riferendo che in conseguenza di ciò diverse linee di trasmissione sono state danneggiate. “Si segnala inoltre che in data odierna, a seguito di un incendio avvenuto a causa di bombardamenti, è stata disconnessa la linea di trasmissione di potenza a 330 kV ZaTES – Ferrosplavna, ovvero l’ultima linea che collegava il nodo ZaNPP/ZaTES con il sistema energetico dell’Ucraina. Di conseguenza, l’unità di alimentazione n. 6 è stata scaricata e scollegata dalla rete, che attualmente fornisce solo il fabbisogno della centrale nucleare di Zaporizhzhia”, aggiunge l’operatore ucraino.

     

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Lascia una Replica

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.