‘Putin fallirà e l’Europa prevarrà’. Discorso sullo Stato dell’Unione. ‘L’Ucraina avrà accesso al mercato unico, oggi vado a Kiev’. E poi: dal tetto ai ricavi 140 miliardi

BRUXELLES – “La solidarietà dell’Europa nei confronti dell’Ucraina rimarrà incrollabile. Fin dal primo giorno, l’Europa è stata al fianco dell’Ucraina. Con armi. Con fondi. Con l’ospitalità per i rifugiati. E con le sanzioni più dure che il mondo abbia mai visto. Il settore finanziario della Russia è in crisi”. Lo ha detto Ursula von der Leyen nel discorso sullo Stato dell’Unione. “Voglio essere molto chiara: le sanzioni sono destinate a rimanere. Questo è il momento di mostrare determinazione, non acquiescenza”, ha aggiunto.

“Questa è una guerra alla nostra energia, una guerra alla nostra economia, una guerra ai nostri valori e una guerra al nostro futuro. Si tratta di autocrazia contro democrazia. E sono qui con la convinzione che, con coraggio e solidarietà, Putin fallirà e l’Europa prevarrà, ha detto.

“Porteremo l’Ucraina nella nostra area europea di free roaming – ha aggiunto -. Le nostre corsie di solidarietà sono un grande successo. Sulla base di tutto ciò, la Commissione collaborerà con l’Ucraina per garantire un accesso senza soluzione di continuità al mercato unico. E viceversa. Il nostro mercato unico è una delle più grandi storie di successo dell’Europa. È ora di renderlo un successo anche per i nostri amici ucraini. È per questo che oggi mi reco a Kiev, per discuterne in dettaglio con il presidente Zelensky”.

Dalle nove la presidente dell’esecutivo europeo si rivolge agli europarlamentari raccolti nell’emiciclo di Strasburgo per illustrare, tra l’altro, un ampio pacchetto di nuove iniziative finalizzate a creare strumenti con cui affrontare le crisi in atto e traghettare l’Ue verso la transizione energetica, accelerando al contempo l’indipendenza dalle importazioni di idrocarburi dalla Russia. Per l’occasione a Strasburgo è presente anche la moglie di Volodymyr Zelensky, Olena Zalenska.

“Milioni di europei hanno bisogno di sostegno. Gli Stati membri dell’Ue hanno già investito miliardi di euro per assistere le famiglie vulnerabili. Ma sappiamo che non sarà sufficiente. Per questo motivo proponiamo un tetto ai ricavi delle aziende che producono elettricità a basso costo. La nostra proposta raccoglierà più di 140 miliardi di euro per gli Stati membri per attutire il colpo direttamente”, ha detto la presidente della Commissione Ue.

La Commissione europea presenterà “un pacchetto di aiuti per le Pmi” che “comprenderà una proposta per un insieme unico di norme fiscali per fare affari in Europa (Befit)”., ha detto von der Leyen, annunciando anche la revisione della “direttiva sui ritardi di pagamento” “Semplicemente non è giusto che 1 fallimento su 4 sia dovuto a fatture non pagate in tempo”, ha sottolineato, indicando che “per milioni di aziende familiari, questa sarà un’ancora di salvezza in acque agitate”.

“Abbiamo concepito NextGenerationEU quasi due anni fa, eppure è esattamente ciò di cui l’Europa ha bisogno oggi – ha spiegato -. Quindi atteniamoci al piano. Utilizziamo i soldi” a disposizione. “Il NextGenerationEU è stata una spinta alla fiducia per la nostra economia. E il suo viaggio è appena iniziato”, ha aggiunto.

Nel discoso alla plenaria dell’Eurocamera, von der Leyen ha inoltre affermato che “gli Stati membri dovrebbero avere maggiore flessibilità sui loro percorsi di riduzione del debito“. “Ma – ha aggiunto – ci dovrebbe essere una maggiore responsabilità sul rispetto di ciò che abbiamo concordato”. Nella riforma del Patto di stabilità, “dovrebbero esserci regole più semplici che tutti possono seguire”, ha sottolineato von der Leyen, indicando la necessità di “aprire lo spazio per investimenti strategici e dare ai mercati finanziari la fiducia di cui hanno bisogno”.

LEGGI IL DISCORSO

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.