Koh-i-Noor è al centro di una disputa con l’India

 

 

Nell’incoronazione solenne di re Carlo III e della regina consorte Camilla del 6 maggio prossimo quest’ultima potrebbe non ricevere la corona tradizionale realizzata per la regina Madre nel 1937 al fine di evitare uno scontro diplomatico con l’India.

Come si legge sui media del Regno Unito, infatti, contiene incastonato il Koh-i-Noor, uno dei diamanti più grandi al mondo coi suoi 105 carati, e soprattutto al centro di una controversia politica e legale tra i due Paesi, con molti indiani convinti che la gemma, scoperta in India nel 14.mo secolo, sia stata “rubata” durante il regime coloniale.

La diatriba era stata ripresa sui social indiani dopo la morte della regina Elisabetta, con molti cittadini che avevano chiesto al governo di New Delhi di fare nuove pressioni su Londra.

Il Koh-i-Noor fu acquisito dalla Compagnia delle Indie Orientali dopo le guerre anglo-sikh e presentato alla regina Vittoria nel 1850.

Secondo una fonte sentita dal Daily Mail nella corte reale britannica la vicenda sta provocando qualche tensione e nervosismo mentre un portavoce del partito di Narendra Modi, il primo ministro indiano, ha ricordato che l’uso della corona col Koh-i-Noor finirebbe per riportare alla memoria “dolorosi ricordi del passato coloniale”.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *