I Carabinieri della Stazione di Parma Oltretorrente hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni due 16enni perché ritenuti responsabili in concorso del reato di rapina. L’episodio risale alla fine del mese dello scorso novembre quando due 16enni, al termine di un acceso diverbio con un coetaneo, per motivi ancora al vaglio degli inquirenti, lo rapinavano di una catenina d’oro che portava al collo e di un borsello al cui interno era custoditi 30 euro.

I Carabinieri, sulla scorta delle dichiarazioni rese dal minore, ricostruivano gli accadimenti del pomeriggio precedente. In sintesi la parte offesa veniva avvicinata nell’area verde attigua la propria abitazione da due soggetti conosciuti. Al termine dell’alterco uno dei due giovani lo aggrediva fisicamente colpendolo all’altezza dell’orecchio sinistro ed al capo con tre fendenti utilizzando una forbice che aveva occultato nella tasca del giubbino indossato strappandogli poi dal collo la collanina in oro che indossava, mentre l’altro gli sfilava il marsupio che aveva in spalla. La vittima recatosi presso il Pronto Soccorso unitamente al padre, richiedeva l’intervento dei Carabinieri.

Il personale medico, dopo aver medicato le lesioni, redigeva referto medico, con una prognosi di 8 giorni. Le precise indicazioni fornite dalla parte offesa in sede di denuncia hanno permesso di attribuire ai due 16enni le proprie responsabilità ed a conclusione della fase investigativa sono stati segnalati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Bologna, poiché ritenti responsabili del reato di rapina.

(Fonte: Gazzettadellemilia.it)

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *