Mercoledì 13 dicembre, alle ore 17.30, all’Auditorium “Carlo Mattioli” di Palazzo del Governatore è in programma l’incontro “Poesia vissuta” con la scrittrice Silvia Ballestra.

L’appuntamento si inserisce nell’ambito di “Altri Racconti”, la rassegna organizzata dal Comune di Parma – Assessorato alla Cultura che propone un ciclo di incontri con grandi scrittrici del panorama letterario italiano, quest’anno dedicato al rapporto tra donne e arti, inteso nella sua più ampia accezione e indagato a partire dalle protagoniste delle opere che verranno presentate.

Sarà dunque presente Silvia Ballestra che, in dialogo con la giornalista Giovanna Pavesi, parlerà del suo ultimo libro “La Sibilla. Vita di Joyce Lussu” (Editori Laterza, 2022), dedicato ad una figura importantissima del Novecento che, come poetessa, traduttrice, scrittrice, in prima linea nella Resistenza, ha sempre coniugato pensiero e azione. L’accurato lavoro di ricostruzione della sua lunga e avventurosa vita si basa non soltanto su documenti e libri, ma attinge anche dalle testimonianze dirette che l’autrice ha avuto di Joyce, a cui è rimasta legata per tutta la vita da un intenso rapporto di amicizia. Silvia Ballestra riesce a restituire nitidamente, pagina dopo pagina, il peso e il valore storico, letterario e culturale di un personaggio ancora poco conosciuto che merita di essere riscoperto dal grande pubblico.

La rassegna “Altri Racconti” si chiude mercoledì 20 dicembre, alle ore 17.30, con Melania G. Mazzucco, scrittrice apprezzata e vincitrice dei più importanti premi letterari italiani, che terrà una lectio inedita dal titolo “Peccato che non siano degli uomini. Pittrici nel tempo”: a partire dal suo fortunato saggio “Self-Portrait. Il museo del mondo delle donne” (Einaudi, 2022), l’autrice ripercorrerà la storia della creatività femminile lungo i secoli, raccontando al pubblico come le donne sono riuscite, non senza difficoltà, ad esprimersi con talento e coraggio attraverso le arti visive, in un percorso collettivo nel quale le pittrici hanno rivendicato il diritto di realizzarsi, superando i ruoli imposti dalla società e dalla cultura del proprio tempo.

L’ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili. Per informazioni: info.cultura@comune.parma.it.

(Fonte: Comune.parma.it)

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *