L’inizio dei saldi invernali in Italia ha registrato un calo dell’8% nelle vendite rispetto alla prima settimana della campagna promozionale dello scorso anno. Questi dati, ancora parziali, sono stati illustrati dalla Federazione Moda Italia-Confcommercio.

Secondo i primi riscontri sulle imprese associate a Federazione Moda Italia-Confcommercio che hanno risposto al questionario sull’andamento dell’avvio dei saldi invernali, il 55% delle imprese ha rilevato un calo delle vendite. Al contrario, il 24% ha riscontrato un trend stabile, mentre il 21% ha registrato un incremento delle vendite rispetto al 2023.

Nonostante l’inizio lento a livello nazionale, a Milano il primo giorno di saldi è stato positivo. Secondo i dati di Confcommercio, la città ha registrato un incremento medio delle vendite del 8-10% in tutte le vie della città. Questo è stato possibile grazie a un secondo ribasso dei prezzi che ha raggiunto fino al 50%, come spiegato da Gabriel Meghnagi, presidente delle via associative di Confcommercio Milano.

Nonostante l’inizio lento, le prospettive per i saldi invernali rimangono positive. L’aumento delle vendite a Milano è un segnale promettente e potrebbe indicare una ripresa nel corso delle prossime settimane. Continueremo a monitorare l’andamento dei saldi invernali e a fornire aggiornamenti man mano che diventano disponibili.

(Fonte: Informazione.it)

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *