Per l’ottava volta è tornato PARMA 360, il Festival della creatività contemporanea, a cura di Chiara Canali e Camilla Mineo, che sarà in programma in città fino al 19 maggio 2024, grazie al patrocinio ed al contributo dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma, con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna ed il sostegno di un’ampia rete di partner pubblici e privati.

La nuova edizione è stata inaugurata stamattina in piazzale San Francesco con il titolo di HOMO DEUS, parole chiave di un programma che cita volutamente il saggio del filosofo Yuval Noah Harari scritto per riflettere sulla nostra epoca di grande prosperità per le civiltà occidentali, ma al tempo stesso di recente instabilità e sull’umanità del futuro che dovrà affrontare nuove problematiche legate al cambiamento climatico, al mutamento dell’habitat e alla gestione delle risorse.

Il vice Sindaco e Assessore a Cultura e Turismo Lorenzo Lavagetto, insieme alle curatrici, a padre Francesco Ravaioli rettore di San Francesco del Prato, all’artista Emanuele Giannelli e a Stefano Andreoli Amministratore Unico di ASP hanno posato accanto con l’iconica Mr. Arbitrium, opera monumentale di oltre 5 metri che sorregge la Chiesa di San Francesco del Prato, gioiello gotico riaperto dopo 200 anni di storia travagliata prima dei saluti inaugurali all’interno della chiesa.

“Ormai pensiamo a Parma 360 come ad un appuntamento della città, come una tradizione, ma ogni volta è una manifestazione capace di farci pensare in maniera diversa, di una suscitare una riflessione nuova” ha sottolineato il Vice Sindaco Lorenzo Lavagetto “l’attenzione che riesce a catalizzare è anche la dimostrazione di quanto Parma sia sensibile e sollecitata dall’arte contemporanea”.

Come ogni anno, il Festival si allarga alla città intera attraverso un CIRCUITO OFF, organizzato grazie al contributo dell’Assessorato alla Rigenerazione Urbana e Attività economiche ed illustrato dall’Assessora Chiara Vernizzi che farà rivivere in modo nuovo gli spazi della città, promuovere la cultura artistica presente nel territorio e coinvolgendo la cittadinanza attraverso un percorso ramificato nel centro storico di Parma. Il circuito off si muoverà tra cinquantina di spazi creativi della città: negozi, ristoranti, librerie, studi d’artista ed esercizi vari ed in particolare in Galleria Polidoro e Galleria Bassa dei Magnani con l’obiettivo di rianimare, rivitalizzare e riqualificare lo spazio delle Gallerie 4 attraverso il presidio della zona, il decoro, la cura e la realizzazione di attività artistiche ed eventi che hanno trovato la collaborazione dei commercianti e una rete di partner come il Gruppo Giovani Imprenditori di Ascom e Bia Garden Store.

(Fonte: Comune.parma.it)

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *