Mercoledì 24 vedrà l’Italia ancora interessata da una circolazione ciclonica associata a una massa d’aria fresca e instabile. In un contesto di variabilità anche significativa il rischio di precipitazioni dovrebbe riguardare l’alto Adriatico, il settore peninsulare (specie il Centro e il basso versante tirrenico), l’ovest della Sardegna e la Sicilia, quest’ultima lambita in giornata da un sistema nuvoloso nord-africano. Ampie schiarite dovrebbero invece favorire l’Emilia e un po’ tutto il Nord-Ovest.

Sarà una giornata ventosa per venti occidentali sul Tirreno, al Sud e nelle Isole con un Maestrale anche forte. Le temperature, in generale ancora sotto le medie stagionali, saranno per lo più in calo nelle minime un po’ dappertutto e nelle massime del Centrosud e della Sicilia. Rialzi grazie alle schiarite al Nord-Ovest dove, dopo due giorni decisamente freddi per la stagione, torneremo a superare la soglia dei 15 gradi.

Giovedì 25 l’area depressionaria si trasferirà verso la penisola balcanica e lascerà alle sue spalle un flusso occidentale solo leggermente ondulato. In queste correnti, tra giovedì e venerdì, si muoveranno sull’Italia degli ammassi nuvolosi non particolarmente attivi.

La conseguente alternanza di nuvole e schiarite potrebbe determinare, secondo le attuali proiezioni che andranno comunque confermate, pochi e brevi fenomeni giovedì al Nordest, nel settore appenninico, sul Ligure orientale, in Campania e nell’ovest della Sardegna, venerdì nelle zone interne e tirreniche della penisola e al Nordovest raggiunto dalla parte più avanzata di una perturbazione in arrivo sulla Francia.

Nelle temperature prevarranno i rialzi che tenderanno ad attenuare l’anomalia termica negativa verso valori meno distanti dalle medie stagionali. La ventilazione sarà in attenuazione ma ancora fino a moderata sui mari di ponente dove da venerdì comincerà a soffiare lo Scirocco.

Quest’ultimo sarà il sintomo di un probabile afflusso di aria più mite nel fine settimana con ulteriore rialzo termico verso valori che domenica saranno anche sopra le medie stagionali. Nel weekend del 27 e 28 aprile, in un contesto di incertezza ancora elevata, potrebbe prevalere una stabilità anticiclonica soprattutto al Nordest e nel settore peninsulare; qualche fase di precipitazioni potrebbe invece interessare il Nord-Ovest. Per una conferma di questa tendenza e maggiori dettagli si rimanda agli aggiornamenti dei prossimi giorni.

(Fonte: Meteo.it)

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *