E’ stata presenta la quarta edizione di «Made in Côte d’Ivoire», promossa dall’Associazione di Promozione Sociale «Colori d’Africa-APS» in collaborazione con Comune di Parma, Camera di Commercio dell’Emilia, Museo d’Arte Cinese ed Etnografico di Parma.

«Made in Côte d’Ivoire» si terrà dal 23 al 25 maggio a Parma. I primi tre giorni di lavori si svolgeranno alla Camera di Commercio dell’Emilia, il pomeriggio della giornata conclusiva si svolgerà al Museo d’Arte Cinese ed Etnografico di Parma.

Ne hanno parlato Daria Jacopozzi, Assessora alla Cooperazione Internazionale del Comune di Parma; Bessou A. GnalyWôh, Presidente Colori d’Africa APS; Chiara Allegri Direttrice del Museo d’Arte Cinese e Simona Colombo Dirigente del Settore Relazioni Esterne e Marketing del Territorio del Comune di Parma.

L’obiettivo è quello di approfondire i legami di fiducia e discutere di opportunità e di interagire con le istituzioni nel settore agricolo e culturale coinvolgendo aziende, investitori, imprenditori e territori con particolare riguardo allo sviluppo della Cooperazione internazionale decentrata sugli investimenti tra Italia e Côte d’Ivoire e più in generale tra Italia e Africa.

Durante i tre giorni saranno messi a disposizione degli operatori economici degli stand per esporre i loro prodotti. L’evento sarà un’occasione di scambio tra i rappresentanti della Costa d’Avorio, le imprese italo-ivoriane e gli investitori di Parma e Provincia. Saranno presentate le risorse agricole e culturali della Costa d’Avorio. La tre giorni sarà l’occasione per approfondire il tema economico del settore agricolo. Sarà anche occasione di confronto tra operatori economici italiani e produttori ivoriani di anacardi, ananas, cacao, noci di cocco, cola, limoni, banane, caffè, attiéké a base di manioca, burro di karité.

Sarà proiettato un video sul turismo ivoriano e verranno presentati capi d’abbigliamento KAMITE (africani) dai colori originali e fantasiosi, realizzati con tessuti di puro cotone. Saranno indossati da ragazze e ragazzi di diversi Paesi per fare conoscere i diversi stilisti durante la sfilata.

«Made in Côte d’Ivoire» intende, quindi, rafforzare i legami tra imprenditori ivoriani e italiani, nel Business to Business, discutere di nuove opportunità economiche, di investimento e di sviluppo, per trovare i migliori partner, per i loro progetti e nuovi mercati.

Un’opportunità straordinaria per attuare una strategia comune nel settore agroalimentare e alla Cooperazione Internazionale decentrata con integrazione culturale. Tra i settori più attraenti per gli imprenditori ivoriani e italiani c’è quello dell’agroindustriale, in particolare il sotto-settore della trasformazione e conservazione dei prodotti agroalimentari. Questo settore è praticamente assente nel Paese africano.

L’interazione di partner di alto livello creerà importanti relazioni di fiducia tra l’Italia e l’Africa, un’occasione per mettere in mostra le risorse agricole e culturali dell’Africa e per avviare buone pratiche con Parma e Provincia e la Regione Emilia-Romagna.

Promotori del progetto. «Colori d’Africa-APS »’Associazione di Promozione Sociale senza scopo di lucro con sede a Parma, è iscritta al registro provinciale e regionale delle APS dal 2008. L’evento si svolge in collaborazione con Comune di Parma, Camera di Commercio dell’Emilia, Museo d’Arte Cinese ed Etnografico di Parma. Piattaforma delle Associazioni di Parma, Organizzazione Nazionale di Agricoltori della Costa d’Avorio (ONACI), Comitato (bipartito) degli investitori e degli agricoltori per un ‘ agricoltura ivoriana prospera (CIPAIP), Movimento Internazionale de Riflessione e d’Azione per lo Sviluppo Urbano e Rurale in Africa Occidentale (MIRSAO), Organizzazione di investimenti finanziari EIC Corporation, Radio Televisione Ivoriane (RTI2) e Ambasciata Rappresentante permanente della Costa d’Avorio presso la FAO, IFAD e PAM.

(Fonte: Comune.parma.it)

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *