DIALOGO BANCA-IMPRESE
PER LE AZIENDE ARTIGIANE PARMENSI

 

Giovedì 1 luglio il workshop di Gruppo Imprese Artigiane di Parma e Intesa Sanpaolo sulla lettura dei bilanci aziendali del 2020 e le misure di sostegno alle PMI del Programma “Motore Italia”

 

Parma, 28 giugno 2021 – Gli indicatori economici, non ultimi quella Direzione Studi di Intesa Sanpaolo recentemente presentati nell’ambito della ricerca sui Distretti Industriali dell’Emilia-Romagna, confermano la ripresa degli investimenti e della fiducia degli imprenditori, nonché l’alta resilienza e capacità di interpretare il cambiamento da parte del tessuto economico locale. In questo contesto, per agganciare in maniera ancora più solida e strutturale la ripresa, il dialogo e la collaborazione tra mondo del credito e delle imprese si presenta ancor più strategico anche rispetto al passato.
Non a caso Gruppo Imprese Artigiane di Parma e Intesa Sanpaolo hanno organizzato per le piccole e medie imprese associate GIA e non solo, per giovedì prossimo 1 luglio alle ore 15, un incontro su piattaforma online su uno dei temi di maggiore attualità alla luce degli effetti della pandemia: la lettura dei bilanci aziendali del 2020.

 

Ad aprire il workshop che illustrerà in maniera approfondita Come Intesa Sanpaolo leggerà i bilanci del 2020” saranno Maurizio Caprari (Direttore Gruppo Imprese Artigiane di Parma) eVincenzo De Marino (Direttore Commerciale Retail Emilia-Romagna e Marche di Intesa Sanpaolo).

A seguire Carla Saruis, economista della Direzione Studi e Ricerche Intesa Sanpaolo) illustrerà “Lo scenario macroeconomico. Le leve per il rilancio dell’economia italiana”. Ad entrare nel vivo e nella parte tecnica del “Rating e nuova definizione di default” saranno Michele Carestiato, Responsabile Crediti Direzione Regionale Emilia-Romagna e Marche Intesa Sanpaolo, Irene Folegatti e Anna Cirsone, Specialiste Crediti Direzione Regionale Emilia-Romagna e Marche Intesa Sanpaolo.

Chiusura dei lavori, prima delle domande dei partecipanti, affidata a Luca Aversano (Direttore Area Imprese Emilia Ovest Intesa Sanpaolo) che esporrà alle imprese collegate “I 5 pilastri di Motore Italia” il programma messo in campo dal Gruppo bancario per consentire alle piccole e medie imprese di superare la fase di difficoltà causata dalla crisi pandemica e rilanciarsi attraverso nuovi progetti di sviluppo e crescita, che prevede tra l’altro un plafond di 5,1 miliardi di euro per le aziende dell’Emilia-Romagna.

 

Maurizio Caprari, Direttore Gruppo Imprese Artigiane di Parma: “Dopo il pesante impatto della pandemia sulla nostra economia, la sinergia fra banche associazioni e imprese è diventata non solo opportuna, ma necessaria. Abbiamo apprezzato molto che Intesa Sanpaolo si sia impegnata per affiancare ai freddi parametri economici dei criteri di valutazione dei bilanci che tengano conto di aspetti qualitativi, quali progetti e prospettive future delle imprese. E’ da molti anni che ribadiamo l’importanza di un approccio di questo tipo, ci auguriamo quindi che rimanga anche per il futuro.”

 

“Accanto al nostro primo impegno, il sostegno finanziario alle imprese, fin da subito ci è stato chiaro che uno dei temi più importanti da affrontare sarebbe stato la lettura dei bilanci del 2020, anno impattato in modo pesante dagli effetti del Covid – spiega Vincenzo De Marino, Direttore Commerciale Retail Emilia-Romagna e Marche di Intesa Sanpaolo –. Siamo infatti impegnati a integrare la loro lettura attraverso la raccolta di tutta una serie di informazioni qualitative e approfondendo la visione dei progetti e delle opportunità prospettiche delle aziende. Tanto più in questa fase banca, associazioni di categoria e imprese debbono dialogare e mettere in campo le sinergie migliori per cogliere le opportunità presenti e prospettiche”.

 

La partecipazione è aperta a tutti gli interessati previa registrazione all’indirizzo mail:info@gia.pr.it

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: