Epaca Coldiretti Parma presenta una nuova iniziativa che rafforza la tutela dei lavoratori agricoli e non, nell’ambito di malattie professionali e infortuni sul lavoro, grazie all’accordo con il Poliambulatorio PacC.

 

 

Epaca, Ente di Patrocinio e Assistenza per i Cittadini e l’Agricoltura, è il Patronato che si fa carico, all’interno di Coldiretti, dell’area sociale e servizi di tutela alla persona. Le sue finalità consistono nell’assistenza e nella tutela per il conseguimento di benefici previdenziali, sociali, assistenziali, in sede amministrativa e di contenzioso, dei cittadini italiani, della generalità dei lavoratori, dei pensionati, degli stranieri ed apolidi. In particolare negli ultimi anni è diventata sempre più importante e specializzata nell’assistenza in caso infortuni sul lavoro e di tutela  dei diritti in ambito di malattie professionali, campo ancora poco conosciuto e di cui i lavoratori hanno poca consapevolezza.

Proprio per questo motivo Epaca ha da tempo costruito un percorso che vede al centro i lavoratori, e oggi fa un passo in più attivando un’importante collaborazione ln convenzione con il PacC, Poliambulatorio Città di Collecchio. Si tratta di una presa in carico, da parte del PacC, del singolo caso, seguendolo da vicino in tutte le fasi di diagnosi, refertazione e assistenza, con un efficientemente del sistema e riduzione dei tempi per l’espletamento degli accertamenti utili alla valutazione da parte del medico specializzato.

 

Il PacC, Poliambulatorio che eroga prestazioni afferenti a numerose specializzazioni sanitarie, con questa iniziativa rafforza la propria visione del paziente messo al centro. L’obiettivo è quello di orientare le proprie competenze all’attivazione di percorsi dedicati a visite e accertamenti diagnostici di alto profilo specialistico che potranno così generare valutazioni puntuali dell’insorgenza o evoluzione di una malattia professionale o di un infortunio lavorativo.

Emanuele Tragni, Amministratore Delegato del PacC, si dice orgoglioso dell’iniziativa – “Il PacC ha aderito con grande entusiasmo all’iniziativa di Epaca. Siamo orgogliosi di rappresentare, con questa collaborazione, un punto di riferimento per gli assistiti di Epaca Parma e per il mondo dei lavoratori, confermando la nostra vicinanza alle persone e al territorio”.

Marco Orsi, Direttore Federazione Provinciale Coldiretti Parma ricorda come la sicurezza sul lavoro e la salute dei lavoratori in tutti i settori produttivi, siano temi di grande attualità.

Coldiretti è da sempre molto attiva nel divulgare la cultura della prevenzione dei rischi , gli adempimenti in caso di infortunio , la formazione necessaria per imprenditori e lavoratori e sostiene questa importante presa di coscienza con l’obiettivo di accompagnare le imprese in un percorso di ammodernamento e messa in sicurezza.

Questo perché un’agricoltura che tende a coniugare gli interessi delle imprese agricole con quelli collettivi della società e dei consumatori, attraverso la valorizzazione della distintività e della qualità dei prodotti, non può che costruirsi su imprese agricole in cui le persone possano lavorare in condizioni di sicurezza.

Coldiretti attraverso L’azione di Epaca rivolge la propria tutela a tutte le categorie lavorative, offrendo servizi alla persona ed ai cittadini mirati alla salute dei lavoratori e proprio in quest’ottica di rafforzamento della tutela si colloca la convenzione siglata con il poliambulatorio PACC.

Barbara Bocci, Responsabile Marketing e Comunicazione del PacC, evidenzia l’ottima sinergia creatasi con Epaca – “Abbiamo accolto con entusiasmo questa proposta di collaborazione e siamo molto orgogliosi che Epaca abbia riconosciuto nel nostro centro un partner all’altezza di questo progetto. Ci siamo attivati da subito per studiare un percorso che fosse efficiente e completo mettendo in campo l’alto livello specialistico dei nostri servizi, le nostre competenze organizzative e soprattutto l’attenzione alla persona e la capacità di ascolto che da sempre ci caratterizzano. È stato così istituito un canale prioritario e riservato agli assistiti EPACA in modo da seguirli in ogni fase offrendo risposte rapide e accurate alle loro esigenze e un’ottimizzazione del sistema. In questo ultimo periodo abbiamo già seguito numerosi lavoratori raccogliendo riscontri molto positivi sul percorso attivato.”

Maria Chiara Lorenzini, Responsabile Epacasottolinea come l’andamento delle malattie professionali negli ultimi anni abbia registrato, in tutte le aree del Paese, una crescita molto sostenuta. Da qui l’impegno di Epaca che si è fatto sempre più forte nella sensibilizzazione di lavoratori e datori di lavoro con la finalità di far emergere le cosiddette malattie “nascoste”. Queste trovano riconoscimento dopo l’entrata in vigore delle nuove tabelle che classificano come “tabellate” molte patologie, ad esempio degli apparati osteo-articolare e  muscolo-scheletrico da sovraccarico bio-meccanico e movimenti ripetuti le malattie della pelle dovute all’esposizione alle radiazioni solari o a sostanze chimiche, ma anche respiratorie, neoplastiche etc…

 

Per malattia professionale si intende una patologia che insorge a causa dell’attività lavorativa. È detta anche tecnopatia e presuppone il rischio provocato dall’attività lavorativa in maniera progressiva e da una serie di atti ripetuti nel tempo. Ecco perché è importante che la tutela legale coinvolga consulenti affidabili ed esperti, sia sul piano medico che su quello tecnico, per la ricostruzione della dinamica del sinistro o della esposizione agli agenti patogenetici.

Epaca con i suoi uffici copre l’intero territorio di Parma e Provincia per maggiori informazioni: Piazza Antonio Salandra, 19a, 43126 Parma 0521 901411, pagina Facebook Epaca Parma o sito internet www.epaca.it

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *