L’Italia si avvicina sempre più alla sfida con la Spagna, partita fondamentale che si terrà giovedì 20 giugno alle ore 21 a Gelsenkirchen. Le due squadre hanno esordito vincendo nella prima giornata. Spalletti dovrebbe presentare alcune novità rispetto al match vittorioso con l’Albania. Secondo alcune indiscrezioni il c.t. potrebbe non cambiare nulla rispetto al d’esordio. Ma scalpitano Mancini e soprattutto Cristante.

Contro l’Albania la Nazionale è piaciuta nel primo tempo. L’Italia ha mostrato un bel gioco, ma nel finale si è rilassata troppo e ha fatto arrabbiare Spalletti che nel dopo partita in TV è stato chiarissimo. Ora c’è la Spagna, in una partita che potrebbe essere determinante. Un pareggio potrebbe dare quasi la certezza del passaggio del turno alla Nazionale (da prima, seconda o terza si vedrebbe). Il tecnico toscano sembra intenzionato a confermare la squadra in blocco, ma forse qualcosa potrebbe cambiare. Le ultime notizie che giungono dalla Germania parlano eventualmente di due possibili innesti dal primo minuto.

Gli indiziati alla titolarità sarebbero Gianluca Mancini e Bryan Cristante della Roma. Nel caso siano titolari si posizionerebbe uno in difesa e l’altro a centrocampo. Il primo potrebbe rilevare Calafiori, autore di una prestazione maiuscola contro l’Albania, e formare un tandem difensivo con Bastoni.

Cristante sembra avre più chance. Per contrastare la Spagna c’è bisogno di un centrocampo folto e robusto. Il romanista potrebbe affiancarsi a Jorginho e in quel caso Barella sarebbe più avanzato, in luogo di Frattesi o Pellegrini, e l’Italia potrebbe galleggiare tra il 4-2-3-1 e il 4-3-3.

Donnarumma naturalmente tra i pali. In difesa Di Lorenzo, Bastoni e Dimarco dunque certi del posto. Con Mancini in lotta con Calafiori. Jorginho e Barella potrebbero formare l’argine davanti alla difesa. Con Chiesa, Pellegrini e Frattesi alle spalle del centravanti, che sarà Scamacca. Dovessero giocare Cristante e Pellegrini, con Frattesi in panchina, il modulo potrebbe essere il 4-3-3, classico spallettiano.

Per quanto riguarda la Spagna, recuperati Rodri e Morata, oltre a Fabian Ruiz, il c.t. de la Fuente proverà a sfatare il tabù Italia con la formazione che ha battuto la Croazia.

(Fonte: Fanpage.it)

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *