Piazza Garibaldi sarà la splendida cornice, domenica 30 giugno, della terza edizione della prova “1H Parma Handbike” di ciclismo paralimpico, valida per la Coppa Italia di società e inserita nel calendario gare della Federazione Ciclistica Italiana. La prova si disputerà domenica 30 giugno, dalle 10, e prevede la partenza e l’arrivo in piazza Garibaldi.

L’iniziativa è stata illustrata, questa mattina, nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato l’Assessore allo Sport Marco Bosi, il Consigliere Regionale dell’Emilia-Romagna Matteo Daffadà, il Sindaco di Sorbolo Mezzani e Delegato della Provincia Nicola Cesari, l’atleta paralimpica Veronica Frosi e il Presidente Scuola Ciclismo Parma Fiorenzo Zuelli.

“Siamo molto orgogliosi di ospitare la prova del Campionato nazionale di handbike – ha sottolineato Marco Bosi – la soddisfazione è, inoltre, quella di vedere crescere il numero degli atleti. La tappa di Parma costituisce una vetrina di eccezione con partenza ed arrivo in piazza Garibaldi. Gli atleti coinvolti sono un esempio per tutti gli sportivi per questo abbiamo chiuso varie strade del centro per dare il massimo riscontro all’iniziativa”.

Il Consigliere Regionale dell’Emilia-Romagna Matteo Daffadà ha parlato della prova come di una scommessa vinta che ha preso avvio tre anni fa. “La Regione Emilia-Romagna è vicina e condivide questo tipo di iniziative. Per questo è stato pubblicato un bando che finanzia progetti meritevoli per valorizzare inclusione, condivisione ed amicizia”.

Soddisfazione è stata espressa dal Sindaco di Sorbolo Mezzani e Delegato della Provincia Nicola Cesari che ha parlato di un evento che valorizza il territorio e lo sport. Il Presidente Scuola Ciclismo Parma Fiorenzo Zuelli ha rimarcato il coinvolgimento ed il grande valore sportivo dell’iniziativa.

L’atleta paralimpica Veronica Frosi ha ricordato come la prova di Parma sia molto sentita da parte dei partecipanti. Ha preannunciato, a malincuore, che non parteciperà alla gara ma sarà presente all’evento. Alla conferenza ha preso parte anche la maschera di Parma, lo “Dsèvod”, personificato da Maurizio Trapelli che darà il via alla gara. “Ringrazio gli organizzatori – ha sottolineato Trapelli – che hanno previsto la presenza della maschera di Parma con i suoi valori, vicina e solidale a questa iniziativa”.

(Fonte: Comune.parma.it)

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *