Entra in un centro commerciale di via Emilia Ovest, riempie lo zaino di articoli di elettronica e raggiunte le casse con un balzo felino le salta. Fermato dall’addetto alla sicurezza lo spintona e fugge sulla via Emilia. Fermato ed arrestato dai Carabinieri di Parma Oltretorrente.

I Carabinieri della Stazione di Parma Oltretorrente hanno arrestato nella flagranza del reato un 40enne ritenuto il presunto responsabile del reato di rapina impropria.

L’episodio risale al pomeriggio di qualche giorno fa quando una pattuglia della Stazione Carabinieri di Parma Oltretorrente è intervenuta presso un supermercato di via Emilia Ovest, in quanto un addetto alla sicurezza, nel tentativo di fermare un “cliente non pagante”, era stato aggredito.

I Carabinieri, raggiunto l’obiettivo in pochi minuti, seguendo le indicazioni del vigilante, che nel frattempo stava inseguendo l’uomo all’esterno del negozio, riuscivano a bloccarlo nei pressi della fermata dell’autobus.

Al fine di ricostruire la vicenda, i militari intervenuti prendevano contatti con l’addetto alla sicurezza che, in sintesi, riferiva di aver notato l’uomo girovagare all’interno del supermercato e prelevare dalla corsia del materiale elettronico, diversi articoli che occultava nello zaino. Una volta raggiunte le casse, imboccava una di quelle chiuse e con un balzo la superava, oltrepassando le barriere. A questo punto l’addetto lo fermava e chiedeva spiegazioni. Inizialmente il 40enne assumeva un atteggiamento collaborativo, ma una volta intuito che da li a poco sarebbero sopraggiunti i Carabinieri, l’uomo ha iniziato a sgomitare e a spintonare l’addetto alla sicurezza, riuscendo a guadagnare la fuga, raggiungendo la via Emilia Ovest. I Carabinieri sopraggiunti celermente, notavano dapprima l’addetto alla sicurezza che con alcuni gesti della mano indicava il fuggitivo e pertanto i militari senza perdere tempo lo raggiungevano e lo bloccavano. L’uomo, veniva così bloccato ed arrestato. La merce sottratta per un valore di circa 500,00 euro, consistente in cuffie wireless, carica batterie e power bank restituita ai diretti interessati.

Il 40enne, con alcune segnalazioni di Polizia per reati contro la persona, accompagnato in Strada delle Fonderie, fermo restando il principio di innocenza è stato dichiarato in stato di arresto e trattenuto presso le camere di sicurezza in attesa della celebrazione del rito direttissimo.

A seguito della convalida dell’arresto il giudice ha emesso la misura cautelare del divieto di dimore in Parma e provincia.

(Fonte: Gazzettadellemilia.it)

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *